Malmoe-Juventus, Allegri: “Vi spiego l’assenza di Chiesa. Scelta fatta su Szczesny”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Massimiliano Allegri in conferenza stampa alla vigilia di Malmoe-Juventus. Ecco le parole del tecnico bianconero 

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Allegri in conferenza Malmoe-Juventus
Allegri (screenshot)

Giornata di vigilia per la Juventus di Massimiliano Allegri. I bianconeri domani affronteranno il Malmoe per il primo match dei gironi di Champions League. Bonucci e compagni sono chiamati a far dimenticare un inizio davvero complicato. Vincere per presentarsi contro il Milan al meglio. Il tecnico dei bianconeri parla in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro gli svedesi.

LEGGI ANCHE >>> Doppia assenza, niente Malmoe-Juventus | UFFICIALE: fuori dai convocati

Prima di intervenire in conferenza stampa, Allegri ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport. Il tecnico è tornato sull’episodio che lo ha visto protagonista, al termine della gara con il Napoli, con Spalletti: “Con Luciano ogni tanto bisticciamo ma non è successo assolutamente niente”.

Punto infortunati – “Bernardeschi ha avuto un colpo sabato in partita sul ginocchio, niente di grave ma non riusciva a calciare la palla quindi l’ho lasciato a casa. Chiesa non era tranquillo col problema al flessore, andare a rischiare in questo momento di perdere giocatori per un mese, ho preferito lasciarli lavorare a casa”.

Momento difficile – Per raddrizzare il campionato ci vorrà un pochino di tempo, ma piano piano risaliremo. Dobbiamo solo rimanere sereni, a tratti abbiamo fatto delle buone partite. Abbiamo pagato a caro prezzo degli errori individuali. Sarà un campionato equilibrato, non ci sarà una squadra dal valore assoluto che ammazzerà il campionato. Nel giro di qualche settimana contiamo di tornare in alto in classifica”.

L’intervento di Allegri in conferenza stampa

napoli juventus convocati allegri
Allegri © Getty Images

Testa alla Champions – “Domani sarà importante giocare una partita tecnica e concedere loro poche palle inattive, perché sono una squadra molto fisica. Le partite si devono affrontare con serenità e sapere cosa migliorare a prescindere dai risultati. Nel calcio non si può mai prevedere cosa succederà, noi dobbiamo cercare di far succedere le cose giuste. In questo momento in campionato non è andata bene, nonostante la squadra si sia ben comportata. Domani dobbiamo essere concentrati sulla Champions”.

La scelta per la porta – “Dobbiamo continuare a lavorare, nel calcio a volte succedono cose che non ti aspetti. Szczesny è un portiere di livello assoluto e domani gioca”.

Il punto sugli indisponibili – “Abbiamo tanti giocatori importanti davanti. Federico Chiesa non era al 100%, quindi abbiamo preferito non rischiare di perderlo per un lungo periodo. Bernardeschi ha preso un colpo sabato, niente di grave, ma non volevamo rischiare neanche con lui”.

Kulusevski – “E’ un ragazzo che ha qualità importanti, deve migliorare nella gestione della partita. Se partirà dall’inizio lo deciderò domani mattina”.

Serve responsabilità – “Siamo tutti responsabili e in questi momenti serve ancora più senso di responsabilità. Dobbiamo migliorare in tante cose, anche nella gestione dei momenti della partita e prestare attenzione ai piccoli dettagli che fanno la differenza. La Juventus deve porsi l’obiettivo di entrare tutti gli anni nelle prime otto in Champions, poi da lì devi giocartela sempre. Noi abbiamo sempre il desiderio di vincere”.

Obiettivi – “La Juventus deve porsi l’obiettivo di entrare tutti gli anni nelle prime otto in Champions, poi da lì devi giocartela sempre. Noi abbiamo sempre il desiderio di vincere. Domani gioca de Ligt”