PAGELLE E TABELLINO MILAN-LAZIO 2-0: Tonali-Leao rinati! Immobile come in nazionale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:02

Pagelle e tabellino di Milan-Lazio, match valido per la terza giornata di Serie A

Per avere aggiornamenti in TEMPO REALE sulle ultime di CALCIOMERCATO, ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM!

Pagelle Milan-Lazio Leao Ibra Tonali
Milan © Getty Images

Il Milan domina il primo tempo contro la Lazio ma lo chiude solamente sull’1 a 0, per il gol di Leao e l’errore dal dischetto di Kessie. Nella ripresa il sigillo lo metto Ibrahimovic, grazie al servizio di Ante Rebic. Il migliore in campo è Sandro Tonali, perfetto in entrambe le fasi. Difficile individuare un bocciato tra i rossoneri. Tanti, invece, quelli tra i biancocelesti, il peggiore è Immobile.

MILAN

Maignan 6 – Non è chiamato ad interventi importanti. Attento su Milinkovic-Savic, Immobile e Basic

Calabria 7 – Il Milan spinge più dall’altro lato del campo e lui è chiamato più a difendere e lo fa benissimo. Preciso come ormai gli capita da tanto tempo.

Tomori 7 – Insieme a Romagnoli annulla Ciro Immobile. Un’altra prova top per il centrale inglese, sempre più punto fermo del Milan.

Romagnoli 7 – Il capitano torna in campo dal primo minuto contro la ‘sua’ Lazio e si fa trovare pronto. Attento fino alla fine.

Theo Hernandez 7 – La Nazionale francese gli ha fatto davvero bene. E’ il solito treno sulla fascia sinistra. Il Milan dal suo lato, con Leao prima, e Rebic dopo, è devastante. Stasera preciso anche in fase difensiva.

Tonali 7,5 – Ancora tanta personalità per il giovane centrocampista, che dimostra di essere un altro calciatore rispetto alla passata stagione. Gioca a testa alta, provando la giocata, anche se rischiosa. Fantastica la verticalizzazione con cui manda in porta Rebic, per il gol di Ibra.

Kessie 7 – L’ivoriano ricomincia da dove aveva finito. Giocatore totale e uomo ovunque. Prende il Milan per mano per tutta l’ora che sta in campo. Sbaglia dal dischetto, che gli fa perdere mezzo punto. Dal 60′ Bakayoko 5 – Entra e commette un fallaccio da arancione. Esce per infortunio dopo soli 13 minuti. Un esordio da dimenticare. Dal 73′

Florenzi 5,5 – Il Milan domina il primo tempo e l’ex Roma è l’unico fuori dal coro. Sempre attento in fase di copertura ma partecipa poco alla manovra offensiva. Dal 60′ Saelemaekers 6,5 – il nazionale belga cresce di partita in partita. Sta imparando a far sempre più cose. Piace tanto quando entra dentro al campo, come in occasione dell’assist per Ibrahimovic.

Brahim Diaz 6,5 – Tocca parecchi palloni, cercando spesso la giocata. Stasera non sempre riesce ma è presente in mezzo al campo e i compagni lo cercano fidandosi di lui. Dall’80’ Ballo-Toure s.v.

Leao 7,5 – Insieme a Sandro Tonali, è l’uomo in più di questo Milan. Imprendibile quando corre verso la porta. Salta l’uomo con estrema facilità. Cresce anche l’intesa con Theo Hernandez ma insieme possono fare meglio. Dal 60′ Ibrahimovic 7 – Impiega sei minuti per tornare al gol. Forse, il più facile della sua carriera ma rivederlo in campo con la voglia di un bambino e la fame di un leone è lo spot migliore per il calcio.

Rebic 7 – E’ una prima punta atipica. Fatica spalle alla porta, tocca pochi palloni ma riesce ugualmente a dare una mano importante alla squadra. Si mostra altruista nel servire Leao in occasione delll’uno a zero. Spostato sulla sinistra è tutta un’altra storia e fa il passaggio, con i giri giusti, per il gol di Ibra.

All. Pioli 8 – Il suo Milan è praticamente perfetto. Vince la sfida con Maurizio Sarri, fin dal primo minuto. Con un Ibra in più nel motore i rossoneri possono davvero lottare per lo scudetto

 

LAZIO

Reina 5,5 – Non può nulla sui gol di Leao e Ibrahimovic. Bene nelle uscite alte e basse. Graziato da Kessie in occasione del rigore: il giocatore del Milan lo spiazza, ma prende la traversa.

Marusic 5 – In difficoltà su Leao. Sbaglia in fase di impostazione. Ammonito per un fallo tu Theo Hernandez. In confusione. Si riprende col passare dei minuti. Dal 63’ Lazzari 5 – Entra e il Milan raddoppia poco dopo.

Luiz Felipe 5,5 – Dà una mano in fase di impostazione. Chiude con decisione su Rebic.

Acerbi 4,5 – Prova ad allontanare i pericoli di prima intenzione. Impreparato, come tutti i suoi compagni, in occasione della rete di Leao. Non guida il reparto come suo solito.

Hysaj 5 – Si limita al compitino. Spinge poco sulla sinistra. Rimedia un giallo per un fallo tattico. Non raddoppia su Ibra che appoggia in rete indisturbato.

Milinkovic 5 – Impensierisce Maignan con un pallonetto di testa. Sbaglia il pallone che dà il via all’azione del vantaggio del Milan. Intrappolato. Dal 73’ Basic 5 – Presenza.

Leiva 5 – Fa quello che può in interdizione. Travolto da Leao in velocità.

Luis Alberto 4,5 – Stretto nella morsa di Tonali e Kessie. Non si vede per buona parte della gara. Becca anche un giallo. Fantasma.

Pedro 6 – Unico dei suoi a salvarsi. Si abbassa e si accentra per ricevere il pallone. Ci mette anche personalità. A tutto campo. Dall’83 Raul Moro s.v.

Immobile 4 – Svaria come un tergicristallo su tutto il fronte offensivo senza lasciare il segno. In uno scontro aereo con Romagnoli ha la peggio, ma non si arrende. Causa il rigore del possibile 2-0. Giornata no. Dall’83’ Muriqi s.v.

Felipe Anderson 5 – Non punge né a destra e né a sinistra. Impalpabile. Dal 63’ Zaccagni 6 – Al debutto con la Lazio. Ingresso voglioso.

All. Sarri 4,5 – Prende appunti in panchina e per buona parte del primo tempo ha molto da scrivere: la Lazio fatica nel palleggio e soffre la manovra avversaria. Nella ripresa la situazione non migliora. Sconfitta meritata.

Chiffi 5 – Discutibile la gestione dei cartellini. Ha bisogno della tecnologia per assegnare un rigore davvero solare.

TABELLINO
MILAN-LAZIO 2-0

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Romagnoli, Tomori, Hernández; Tonali, Kessie; Florenzi, Díaz, Leão; Rebić. A disp.: Jungdal, Tătărușanu; Ballo-Touré, Gabbia, Kalulu, Kjær; Bakayoko, Bennacer, Castillejo, Saelemaekers; Ibrahimović, Maldini, Pellegri. All.: Pioli.

LAZIO (4-3-3): Reina; Marušić, Luiz Felipe, Acerbi, Hysaj; Milinković-Savić, Lucas Leiva, Luis Alberto; Pedro, Immobile, Felipe Anderson. A disp.: Adamonis, Strakosha; Lazzari, Patric, Radu, Vavro; Akpa Akpro, Bašić, Cataldi, Escalante, Zaccagni; Moro, Muriqi, Romero. All.: Sarri.

Arbitro: Chiffi di Padova.
GOL: 44′ Leao (M), 66′ Ibrahimovic (M)
AMMONITI: 17 Marusic, 50′ Reina, 52′ Luis Alberto, 56′ Hysaj , 62′ Bakayoko (M)
ESPULSIONI: