Atalanta-Fiorentina, Gasperini non ci sta: “Episodi pesanti a sfavore” | Frecciata sul calciomercato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:41

Gian Piero Gasperini ha parlato dopo la sconfitta casalinga dell’Atalanta contro la Fiorentina. Il tecnico recrimina per episodi e calciomercato

Atalanta-Fiorentina, Gasperini non ci sta | Frecciata sul calciomercato
Gasperini dopo Atalanta-Fiorentina (Screenshot)

Gian Piero Gasperini è soddisfatto della prestazione, ma recrimina per gli episodi, dopo la sconfitta dell’Atalanta contro la Fiorentina. L’allenatore ha parlato ai microfoni di ‘Sky Sport’, dopo la fine della partita, analizzando il match di questa sera: “Primo tempo regalato alla Fiorentina? Sono molto contento della partita fatta. Nel primo tempo, ci sono stati episodi pesanti contro di noi e questo ha condizionato inevitabilmente la gara. Noi dobbiamo ragionare sulla stagione e questa è una squadra che farà bene anche quest’anno. Abbiamo fatto un’ottima gara, la Fiorentina è una squadra forte. Noi siamo convinti che il risultato è stato determinato dagli episodi. Va fatta chiarezza, è difficile così”.

LEGGI ANCHE >>> “Deve sempre dare spettacolo”: bufera su Gasperini, cosa è successo

Gasperini recrimina per gli episodi e il calciomercato: la frecciata

Gasperini analizza anche la propria rosa e le scelte effettuate sul calciomercato: “È evidente che nel tempo le cose cambino, dobbiamo adattarci a nuovi equilibri. Lo faremo bene anche quest’anno. È stato così anche l’anno scorso; nell’ultimo calciomercato, la squadra è stata completata in diversi reparti. Non abbiamo agito in quello avanzato, questo non me l’aspettavo, mi aspettavo che facessimo di più“.

Le parole sulla società: “Evidentemente la società non c’è riuscita o ha voluto dare forza a un reparto che negli altri anni aveva fatto molto bene. Se chiedi a me i mercati li farei sempre sugli attaccanti, piuttosto li farei giocare in difesa (ride, ndr.)”.

Nello specifico sull’acquisto in attacco: “Ti aspettavi un vice Zapata o un Boga? Questa è una mia battaglia da sempre: un esterno, una seconda punta, un trequartista. A Bergamo ho trovato difficoltà a rinforzare l’attacco, anche se poi l’abbiamo fatto con Zapata, Muriel, la società ha sempre fatto molto bene. La squadra è comunque migliorata in tutti gli altri reparti”.