Gasperini: “Muriel out a lungo, è un guaio. Ecco quando spero di riaverlo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:31

Anche Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Fiorentina, insidiosa anche per la questione nazionali

gasperini conferenza muriel

Non solo Napoli-Juventus. Anche Atalanta-Fiorentina, anche se in misura minore per certi versi, sarà fortemente condizionata dalle nazionali. Nel caso dei bergamaschi sono addirittura due i colombiani impegnati, ma con l’infortunio di Muriel che preoccupa e non poco, oltre a Gosens. Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa: “La situazione è quella che conosciamo, praticamente ieri è stato il primo giorno per tanti dopo la partita di Bologna, domani si inizia a giocare. Ma questo è il calendario, giustamente riguarda tante squadre. L’Atalanta indubbiamente è stata una delle più penalizzate, ora però entriamo nel campionato”.

Su Zapata: “Secondo me sta bene, si sta allenando con la squadra. Lo vedo recuperato, chiaramente rispetterò la sua condizione, farà parte della squadra ma non so se dall’inizio o se partirà dalla panchina, anche se ho avuto buone sensazioni. Quello di Piccoli è superato, Gosens lo vedo oggi, a volte le contusioni non sono veri infortuni. Giocando con questa frequenza sembrano tutti infortuni. Musso, come tanti argentini, torna stasera alle 22. Deciderò domani, altrimenti giocherà Sportiello”.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

Anche la Fiorentina tiene in ansia l’allenatore della Dea: “È una squadra che può starci nelle prime otto, ha mantenuto Vlahovic rifiutando offerte importanti. Questo è un segnale che la società vuole toglierci il posto che forse gli abbiamo portato via noi. Hanno molta fame. Speriamo ora di trovare continuità, nel calcio si passa da niente ad avere prima la Fiorentina e poi il Villarreal. Da un periodo di torpore a uno in cui sei dentro il frullatore ma va bene: schiacciamo il bottone e andiamo in centrifuga (ride, ndc)”.

Su Koopmeiners: “È un giocatore di qualità, ha un piede importante. È molto giovane, si trova in un reparto molto forte dove ci sono due iene che concedono poco. È stata fatta una scelta su un giocatore di valore. Nell’immediato non so quanto possa dare rispetto a Freuler e De Roon, ma è un ragazzo con delle qualità. Io non lo vedo molto difensivo, ma ha un ruolo ben delineato“.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Sullo scioglimento della Nord: “È un momento strano a Bergamo, è un dispiacere, ma può essere un momento di evoluzione. Questa città ha vissuto un periodo incredibile, molto pesante. Non so se questo ha portato ripercussioni, spero sia un momento di cambiamento. Comunque sentiamo l’amore e l’affetto, rispetto ad altre piazze sembra che abbiamo un po’ le ruote sgonfie, però non è cosi”.

Preoccupazione soprattutto per Muriel: “Non ci conto molto su di lui, la sensazione è che dovrà stare fuori parecchio, come fase intendo quella di queste prossime sette partite. Spero di recuperarlo dopo la sosta, se riusciremo a metterlo in campo una partita prima sarò contento. Ma è un bel guaio. Ilicic? È motivato, ha fatto una bella preparazione. Ieri si è presentato con il mal di schiena, spero che possa recuperare. Vediamo oggi e domani.