Calciomercato Inter, rescissione unilaterale del contratto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:16

L’Inter ha diversi esuberi, nella rosa guidata da Inzaghi, destinati a salutare il club nerazzurro: rescissione unilaterale del contratto

Inter Vidal Sanchez Handanovic
Inter © Getty Images

L’Inter si appresta a tornare in campo. Domenica alle 12:30 affronterà la Sampdoria, un match da non sottovalutare. I nerazzurri vogliono confermare il buon inizio di stagione, dopo le vittorie contro Genoa e Verona. C’è fiducia di riuscire a bissare lo scudetto conquistato da Antonio Conte. Alle lacrime versate per le partenze dolorosissime di Lukaku e Hakimi, Marotta e la dirigenza hanno saputo rispondere molto bene.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

All’interno della rosa, però, restano diversi esuberi. In particolare, avrebbe intenzione di non estendere il contratto a ben 6 giocatori, la maggior parte dei quali in scadenza giugno 2022. Tra questi spicca il nome si Handanovic, che avanza sempre di più con l’età e non garantisce continuità di rendimento. Si prospetta lo stesso destino anche per Perisic, con Dimarco ormai valido avversario sulla fascia sinistra. Allo sloveno e al croato si aggiungono anche Kolarov, Ranocchia e D’Ambrosio. La ‘Beneamata’, inoltre, sarebbe intenzionata a mettere in pratica una rescissione unilaterale.

LEGGI ANCHE>>> CMIT TV | Napoli-Juventus, Scutiero: “Andava chiesto di non giocare”

Inter, pronta la rescissione unilaterale del contratto

Inter Vidal Sanchez Handanovic
Vidal © Getty Images

Stiamo parlando di Vidal. Il cileno ha iniziato bene la stagione e sta scalando le gerarchie di Inzaghi. Nonostante ciò, però, l’Inter – stando a quanto riferisce ‘La Gazzetta dello Sport’ – vorrebbe esercitare l’opzione per rescindere unilateralmente il contratto in scadenza giugno 2023. Stesso termine dell’accordo per Sanchez, che resta in bilico visto il ruolo marginale in rosa.

LEGGI ANCHE>>> Tra Inter e Juve c’è un solo vincitore: ingaggio e clausola impressionanti

Chiara la scelta della società, che vuole ridurre l’età media e alleggerire il monte ingaggi. Un progetto in cui potrebbe pesare la mancanza di esperienza. Motivo che giustifica ulteriormente la scelta di puntare su Dzeko per sostituire Lukaku.