CM.IT | Il Napoli ha scelto: Mirante può arrivare solo in un caso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:58

Il Napoli ha deciso che non ingaggerà Antonio Mirante: solo nel caso di infortunio di Ospina si potrebbe valutare l’opzione

Mirante
Antonio Mirante ©Getty Images

Il Napoli ha fatto la sua scelta: non prenderà dagli svincolati Antonio Mirante. Svincolatosi dopo l’ultima esperienza alla Roma, il portiere nativo di Castellammare di Stabia, a 38 anni, è in buona forma e spera di trovare un’ultima avventura intrigante. Sarebbe anche disposto ad attendere il Napoli per un po’, cerca qualcosa di più affascinante rispetto a quello che è arrivato dalla Serie B. Il club azzurro, però, ha fatto la sua scelta.

L’infortunio di Alex Meret non è così pesante: l’orizzonte per il rientro è quello della prossima sosta. L’estremo difensore friulano potrebbe rientrare contro il Torino il prossimo 17 ottobre. Sta bene David Ospina e scenderà in campo in Paraguay-Colombia che si disputerà quando sarà scoccata la mezzanotte che divide la domenica dal lunedì. Resta da capire se l’ex Arsenal scenderà in campo anche per la terza gara di qualificazione mondiale, quella contro il Cile che vedrà il suo start quando in Italia sarà l’una di notte del venerdì. Pochissime ore prima delle 18:00 del sabato seguente, quando ci sarà il fischio d’inizio di Napoli-Juve.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

David Ospina
Ospina © Getty Images

L’aerotaxi e la quarantena inglese

Ospina dovrebbe rientrare in Italia con quello che è un aerotaxi, ovvero un volo non di linea ed on-demand che non è un charter perché ha meno di 19 passeggeri. Anche Cuadrado, ad esempio, dovrebbe sfruttare questa opportunità ed arrivare a Napoli per, poi, aggregarsi ai compagni.

LEGGI ANCHE >>> Chiellini sul rinnovo con la Juve: “Per non discutere”

L’ipotesi Mirante è nata anche per ovviare a quella che potrebbe essere la gara che Ospina non potrà disputare senza deroghe provenienti dalla Gran Bretagna. Chi ha soggiornato in un paese finito nella lista rossa britannica, deve osservare un periodo di quarantena di dieci giorni. Diversi stati sudamericani sono nella lista rossa ed Ospina potrebbe non scendere in campo nella prima fondamentale partita con il Leicester del girone di Europa League di giovedì 16 settembre. Una gara, infatti, che dirà tanto sul primo posto nel raggruppamento e che il Napoli non vorrebbe disputare con il terzo Marfella o con il polacco Idasiak, titolare dei pali della Primavera.