Manchester City-PSG, Leonardo: “È la strada giusta. Ecco i nostri piani sul mercato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:11
leonardo

Il ds del PSG Leonardo ha commentato l’eliminazione dalla Champions per mano del City, ma con soddisfazione per il percorso

Amarezza per l’eliminazione col Manchester City, ma grande orgoglio e soddisfazione per il percorso di questi anni. Leonardo, ds del PSG, commenta così a ‘Sky Sport’ l’eliminazione dalla semifinale di Champions League: “Vado oltre, agli ultimi due anni. Sono state stagioni difficili per tutti, abbiamo perso 1-0 col Bayern in finale giocando alla pari. Abbiamo creato un gruppo solido e di qualità, abbiamo battuto United, Barcellona e Bayern. Analizzando i quattro tempi col City in due siamo stati superiori, penalizzati da gol un po’ diversi, come un pallone che passa in mezzo alla barriera, un cross che finisce dentro. Oggi nel primo tempo volevamo dare un segnale, poi anche in svantaggio abbiamo manteuto il controllo dei nervi e alla fine abbiamo perso un po’ di equilibrio. Il City merita, lavora con questo gruppo da 6 anni”.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

Leonardo parla anche di mercato: “Oggi non è giorno di bilanci, di certo pensiamo di migliorare e aumentare il livello di competitività. Non tanto per vincere la Champions, perché siamo già lì nelle top 4. La base del gruppo verrà mantenuta, ci sono giocatori di esperienza ma ancora giovani. C’è una base solida, con giocatori che faranno ancora tanto nella loro carriera. Vedi Marquinhos, Kimpembe, Mbappe, Icardi, Verratti, Neymar, sono giocatori che vanno dai 22 ai 28 anni. La nostra parabola è in crescita, mancano i dettagli che ti fanno vincere la Champions”.

Assenza di Mbappe decisiva? “Non vorrei dirlo, ma c’è. Non averlo in una semifinale è una cosa importante, ma capita, un infortunio, non era in condizione anche se ci ha provato fino alla fine. Lui si basa sulla velocità e un problema muscolare non è semplice. L’idea è mantenere una base su quello che abbiamo costruito, Pochettino è arrivato a gennaio. Abbiamo creato un gruppo di lavoro molto solido, con idee condivise, giocatori che sono dentro il progetto. Oggi usciamo, c’è il rammarico della sconfitta ma usciamo con una sensazione che stiamo facendo cose importanti. Poi vedremo se i dettagli, palo dentro o palo fuori, saranno a nostro favore”.