Serie A, Crotone-Inter 0-2: Eriksen e Hakimi avvicinano lo Scudetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:53
©Getty Images

Conte a un passo dallo Scudetto con l’Inter: bastano Hakimi ed Eriksen a Conte e ai nerazzurri per regolare il Crotone

Eriksen e Hakimi bastano all’Inter per ipotecare la gara di Crotone e chiudere la pratica Scudetto con quattro giornate di anticipo. Adesso da attendere c’è solo il risultato dell’Atalanta, che in caso di non vittoria col Sassuolo consegnerebbe, nel pomeriggio di domani, la vittoria alla squadra di Antonio Conte. Crotone che invece saluta aritmeticamente la Serie A, con la sua sconfitta numero 26 e con appena 18 punti raccolti fin qui, contro gli 82 della squadra di Antonio Conte.

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE E TABELLINO CROTONE-INTER | Eriksen gol-scudetto, Simy stecca

©Getty Images

Crotone-Inter 0-2: Eriksen avvicina Conte allo Scudetto

Primo tempo condizionato dall’atteggiamento attendista delle due squadre e che vede il primo squillo soltanto al 23′ con il primo palo dell’Inter, che ne colpirà due nella prima frazione di gara. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Sensi, Lukaku salta più alto di tutti e colpisce il palo alla sinistra di Cordaz. Cinque minuti dopo Brozovic serve Skriniar in area di rigore, sponda ancora per il belga che però trova il muro del Crotone schierato. Sulla respinta Lautaro va in rovesciata, ma non trova lo specchio della porta. Poco prima del fischio per l’intervallo, l’argentino è ancora una volta pericoloso, colpendo al 45′ il palo interno della porta di Cordaz, battuto e che osserva la sfera danzargli alle spalle, ma senza entrare in rete.

LEGGI ANCHE >>> Crotone-Inter, Marotta sul ritorno alla Juve: “Ecco il mio obiettivo”

Squadre che tornano in campo dopo l’intervallo con lo stesso piglio, senza voler affondare. È il Crotone al 60′ che prova a sbloccare la gara, con una ripartenza gestita da Ounas e poi condotta da Simy: l’attaccante nigeriano perde l’occasione giusta per concludere a rete e viene anticipato da de Vrij. Risponde subito l’Inter con Hakimi, che dopo un’ora di gioco va a botta sicura, ma conclude sopra la traversa. Conte allora si affida alla girandola dei cambi, con Eriksen che prende il posto di Sensi e Sanchez quello di Lautaro.

Dai piedi del danese, appena tre minuti dopo, arriva il gol che decide la gara: Lukaku fa da pivot, serve l’ex Tottenham che calcia a botta sicura e con il supporto di Magallan, che devia in porta, trova l’1-0. Gara che ha il tempo di un ultimo squillo, firmato da Perisic, ma la conclusione del croato finisce di un metro alla sinistra di Cordaz. All’83’ annullato il raddoppio a Lukaku per fuorigioco, ma è Hakimi a chiudere la pratica al 92′ a coronamento di un contropiede gestito da Barella: finisce 2-0.

CLASSIFICA SERIE A: Inter** 82 punti; Atalanta 68; Napoli, Juventus e Milan 66; Lazio* 62; Roma 55; Sassuolo 52; Sampdoria e Verona** 42; Udinese 39; Bologna 38; genoa 36; Fiorentina 34; Spezia** 34; Torino*, Cagliari e Benevento 31; Parma 20; Crotone** 18

*una partita in meno
** una partita in più