PAGELLE E TABELLINO JUVENTUS-PARMA | La notte di Alex Sandro, CR7 delude

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:38
Juventus Parma
Alex Sandro decisivo ©Getty Images

Pagelle e tabellino di Juventus-Parma, match dell’Allianz Stadium valevole per la 32° giornata del campionato di Serie A. Decisiva la doppietta di Alex Sandro per la squadra di Pirlo

La Juventus ribalta il gioiello du punizione di Brugman grazie alla doppietta di un ritrovato Alex Sandro e all’incornata di de Ligt. Dybala e Cuadrado accendono la ‘Vecchia Signora’ dopo un primo tempo deludente, con Pirlo che incassa tre punti preziosi per la corsa ad un posto in Champions League. Il Parma non ha timori reverenziali ma si spegne presto, delude Cristiano Ronaldo nell’undici di casa. L’uomo copertina della Juve è Alex Sandro, che grazie alla prima doppietta in bianconero sveglia dal torpore la squadra di Pirlo. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Parma, voti e tabellino primo tempo | Brugman cecchino, CR7 stecca

Le pagelle di Juventus-Parma: gioiello Brugman, Arthur impreciso

Juventus Parma
Brugman a segno ©Getty Images

JUVENTUS

Buffon 6 – Torna titolare contro la sua ex, con Brugman che lo gela su punizione. Il Parma lo impegna di rado, telecomanda i suoi dai pali.

Danilo 6 – Stranamente impreciso, sbaglia qualche letture. Torna concentrato al ritorno in campo dopo l’intervallo.

Bonucci 5,5 – Pellè si rivela un cliente scomodo. In più, macchinoso anche in fase di costruzione.

De Ligt 7 – Solido e attento, insieme a Buffon guida il reparto difensivo. Propizia il pareggio di Alex Sandro, perfetta la scelta di tempo con il quale chiude i conti. Prima gioia personale in stagione.

Alex Sandro 8 – E’ la sua serata, dopo un’annata fin qui non certo entusiasmante. Rimette in carreggiata la Juve con la prima doppietta in bianconero. Risorto.

Cuadrado 7  – E’ l’unico con Dybala che crea pericoli al Parma nel deludente primo tempo della ‘Vecchia Signora’. Pericolo costante sulla destra, aggiorna il pallottoliere con altri due assist vincenti (74′ Kulusevski 6 – L’altro ex della gara, dà respiro a Cuadrado).

Arthur 5,5 – Non velocizza la manovra e rallenta il fraseggio in mediana. Perde diversi palloni, si riscatta salvando il vantaggio bianconero su Osorio. La sua prova resta comunque insufficiente (86′ Bernardeschi sv).

Bentancur 6,5 – Anche lui in difficoltà nel primo tempo, sempre a rincorrere. Sale di tono in corso d’opera, producendosi in un paio di blitz sulla trequarti avversaria (74′ Rabiot 6 – Forze fresche nell’ultimo segmento di gara).

McKennie 6 – Primo tempo da dimenticare, troppo irruento sulla punizione che porta al gioiello di Brugman. Più pimpante nella ripresa, ma senza incantare (74′ Ramsey 5,5 – Pochi spunti degni di nota).

Dybala 6,5 – La Juve si accende con i suoi lampi. Ronaldo sciupa l’intuizione dell’argentino, che arretra spesso il raggio d’azione per legare il gioco. Manca ancora di continuità, nel finale trova Colombi sulla sua strada (84′ Morata sv).

Cristiano Ronaldo 5 – Svogliato e mai nel vivo del gioco. Come contro il Porto, salta male in barriera sulla punizione di Brugman. Si intestardisce nel calciare in porta e appare nervoso: non una notte da CR7 insomma…

All. Pirlo 6,5 – La doppietta di Alex Sandro gli fa tirare un sospiro di sollievo. Juve lenta e imprecisa, che si sveglia però al momento giusto per mettere in cascina tre punti preziosi nella corsa Champions.

PARMA

Colombi 6 – Esce in ritardo sul secondo gol di Alex Sandro. Di piede evita il 4-1 a Dybala.

Laurini 5,5 – Soffre quando Dybala cerca gloria dal suo lato. In ritardo sul bis di Alex Sandro.

Osorio 5,5  – Buca l’intervento sul raddoppio juventino. In generale, poco sicuro. Arthur gli nega sulla linea la gioia del pareggio.

Bani 6 – Legge bene le trame bianconere, un po’ leggero nel contrastare Alex Sandro sul gol del brasiliano.

Pezzella 5,5 – Parte forte, non ha timore di Cuadrado. Meno spavaldo nella ripresa, quando il colombiano lo mette all’angolo (81′ Busi sv).

Grassi 6 – Pressing feroce, macina chilometri. Normale perda un po’ di lucidità in fase di possesso.

Brugman 7 – Prodezza balistica su punizione: non lascia scampo a Buffon. Si fa apprezzare anche in regia per calma e tempi di gioco (71′ Hernani 6 – Cerca di dare qualità in fase di costruzione).

Kurtic 6 – Ci mette fisico e sostanza. Cala anche lui come tutto il Parma dopo la rimonta di Buffon e compagni.

Man 5 – Non punge, difficilmente salta l’uomo per creare superiorità numerica (81′ Karamoh sv).

Pellè 6 – Lavoro sporco ma efficace. Dà fastidio a Bonucci (61′ Cornelius 5,5 – Combina poco con de Ligt).

Gervinho 6 – Non è il miglior Gervinho, anche se i suoi strappi mettono sempre in apprensione la retroguardia di casa (61′ Mihaila 5,5 – Il suo ingresso non cambia le carte in tavola).

All. D’Aversa 5,5 – Parma che imbriglia la Juve nella prima parte, giocando con personalità. Il raddoppio di Alex Sandro ad inizio ripresa spegne il fuoco dei ducali, sempre più vicini alla retrocessione in cadetteria.

Arbitro: Giacomelli 6,5 – Direzione senza grosse difficoltà. Non commette errori che incidono sul match.

TABELLINO

JUVENTUS-PARMA 3-1
25′ Brugman (P); 42′ e 47′ Alex Sandro; 68′ de Ligt

Juventus (4-4-2): Buffon; Danilo, Bonucci, de Ligt, Alex Sandro; Cuadrado (74′ Kulusevski), Arthur (86′ Bernardeschi), Bentancur (74′ Rabiot), McKennie (74′ Ramsey); Dybala (84′ Morata), Cristiano Ronaldo. Allenatore: Andrea Pirlo
A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Chiellini, Frabotta, Felix Correia

Parma (4-3-3): Colombi; Laurini, Osorio, Bani, Pezzella (81′ Busi); Grassi, Brugman (71′ Hernani), Kurtic; Man (81′ Karamoh), Pellè (61′ Cornelius), Gervinho (61′ Mihaila). Allenatore: Roberto D’Aversa
A disposizione: Sepe, Zagaritis, Dierckx, Valenti, Sohm, Traore, Brunetta, Camara

Arbitro:Giacomelli (sez. Trieste)
VAR: La Penna
Ammoniti: McKennie (J), Hernani (P), Karamoh (P), Ronaldo (J)
Espulsi:
Note: recupero 0′ e 4′