Calciomercato, Torreira chiama il Boca: “Spero che si metta d’accordo con l’Arsenal”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:47
Atletico, Torreira:
Torreira © Getty Images

Lucas Torreira non ha intenzione di tornare in Italia: il centrocampista uruguaiano ha in testa solo il Boca Juniors

Il nome di Lucas Torreira negli ultimi mesi è tornato a essere prepotentemente accostato alle italiane. Dal Milan alla Fiorentina e al Torino, soprattutto i viola hanno insistito per il centrocampista uruguaiano dell’Arsenal che attualmente è in prestito all’Atletico Madrid. In Spagna la sua stagione non è decollata, con appena 23 presenze e 671 minuti. Torreira tornerà all’Arsenal a luglio, ma non per restare. Nel suo destino non c’è però nemmeno l’Italia, dal momento che l’unico obiettivo è quello di tornare in Sudamerica per stare vicino alla famiglia. Con un contratto che con i Gunners scade nel 2023, l’ostacolo è soprattutto il prezzo.

inter Torreira
Lucas Torreira (@Getty Images)

Calciomercato, Torreira: “Spero che Arsenal e Boca trovino l’accordo per il prestito”

Intanto lo stesso calciatore ex Sampdoria ha parlato del suo futuro a ‘ESPN’, spiegando i motivi della sua ferrea volontà di vestire la maglia del Boca Juniors: “Ho sempre sognato di portare con me la mia famiglia e dar loro una vita migliore: comprare una casa a mia sorella, far fare vacanze ai miei genitori, comprarmi una casa a Montevideo. I miei fratelli sono del River e io del Boca, per noi il calcio argentino è molto importante. In Italia mi paragonavano a Tevez e io mi vedevo molto simile a lui, vista la sua storia. Da lì è cominciato il mio amore platonico per il Boca. Un amore che oggi penso possa arrivare alla sua giusta conclusione”.

Torreira, l’amore per il Boca e per la famiglia: “Ho le idee chiare, so la decisione che voglio prendere. Voglio stare vicino alla mia famiglia, soprattutto a mio padre che sta soffrendo così tanto per la morte di mia madre. Da due anni qui in Europa le cose non mi stanno andando molto bene, anche se cerco sempre di affrontare tutto con il sorriso. Spero che mi venga data questa opportunità, ma so che non è semplice. Sono un calciatore di proprietà dell’Arsenal e i club dovranno mettersi d’accordo per un prestito di un anno, visto che un acquisto a titolo definitivo sarebbe troppo complicato per il Boca. Mi piacerebbe giocarci ora che ho 25 anni, altrimenti avverrà comunque più tardi”. Si parla di almeno 17 milioni di euro come valutazione del cartellino da parte dell’Arsenal, cifre impensabili per il calcio argentino.