Calciomercato Inter, rinnovo e permanenza | Conte e Lukaku legati dallo scudetto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:42
Calciomercato Inter, Conte e Lukaku ancora in nerazzurro
Antonio Conte © Getty Images

Non solo il rinnovo di Conte, ma anche la permanenza di Romelu Lukaku sarebbe sempre più probabile con lo scudetto dell’Inter 

Tutto sullo scudetto. L’Inter mercoledì contro il Sassuolo punta al bottino pieno per proseguire a gonfie vele la propria fuga verso un titolo che manca ormai da troppo tempo. Il Milan è a distanza di sicurezza, e tre punti nel recupero con i neroverdi indirizzerebbero quasi definitivamente Lukaku e soci verso la vittoria del campionato. Un traguardo importantissimo per coronare il primo biennio di Antonio Conte all’Inter, e che potrebbe rappresentare il primo tassello da cui ripartire.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, tutti pazzi per Lukaku | La strategia di Marotta: cifre e scenari

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, offerta per il colpo a zero | Tutti i dettagli

Il contratto di Conte è valido attualmente fino al 30 giugno 2022, esattamente come quelli di Beppe Marotta, Piero Ausilio e Dario Baccin, altri grandi protagonisti della rinascita dell’Inter. Come evidenziato anche da ‘Tuttosport’ non si può pensare che ai blocchi di partenza della prossima stagione ci si possa presentare con allenatore e corpo dirigente a scadenza. Più semplice ipotizzare che Zhang, in un remake del ‘patto di Villa Bellini’ possa provare a prolungare a tutti il contratto fino al 2023. Un segnale forte che dopo lo scudetto farebbe da preludio al terzo anno di Conte in nerazzurro, nel quale l’obiettivo diventerebbe alzare il tiro anche in Champions League. Il successo e il prosieguo del progetto rappresentano inoltre terreno fertile anche per la permanenza di un pilastro come Romelu Lukaku, che ha spento sul nascere le indiscrezioni in merito ad un possibile interessamento del Barcellona. Quello di quest’anno inoltre sarebbe per il belga il primo grande scudetto dopo quello vinto da giovane all’Anderlecht.