Calciomercato Milan, ultima proposta | “Basta offerte per Donnarumma”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:45
Calciomercato,
Donnarumma © Getty Images

In casa Milan si lavora da tempo al rinnovo di Gigio Donnarumma, ma la distanza tra domanda e offerta è ancora da colmare. Il pensiero di Franco Ordine 

Mancano ormai appena 3 mesi alla scadenza contrattuale di Gigio Donnarumma, punto fermo del Milan in attesa ancora di conoscere il proprio destino. L’estremo difensore italiano classe 1999 è infatti il pilastro difensivo della squadra di Pioli, che tanto bene ha fatto in questa stagione, soprattutto in Serie A. Il contratto del giovane portiere della Nazionale è però molto vicino alla sua naturale conclusione, e da tempo la dirigenza meneghina è al lavoro col procuratore Mino Raiola per provare a trovare un punto d’incontro per rinnovare l’accordo.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube 

LEGGI ANCHE >>>Calciomercato Milan, rinnovo difficile: richiesta altissima di Raiola | Juventus in agguato

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, due partenze in vista | Colpo in difesa

Calciomercato Milan, ultima offerta per Donnarumma se non accetta

La distanza tra domanda ed offerta è ancora tutta da colmare, ma il tempo inizia ad essere tiranno nei confronti del Milan che sa di non poter perdere a parametro zero un patrimonio come Donnarumma. In merito alla questione è intervenuto anche Francesco Ordine ai microfoni di ‘Radio 24’ nel corso di ‘Tutti Convocati’: “Se una società come il Milan, disastrata dalla precedente gestione cinese, che sta miracolosamente scalando la graduatoria, è arrivata a promettere 8 milioni totali a Donnarumma e lui non accetta il Milan non deve fare altre offerte“.

Secondo il giornalista il Milan non dovrebbe quindi procedere con ulteriori proposte nei confronti del giovane portiere, alla luce della situazione attuale e di una serie di offerte già piuttosto importanti. Donnarumma dal canto suo prosegue concentrato il proprio lavoro in nazionale, prima di rientrare a Milano alla corte di Pioli, dopo la sfida di questa sera.