Calciomercato Milan, Baresi scatenato: “Ibra dirigente, Tomori, Donnarumma e Romagnoli”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:55
Franco Baresi vice presidente Milan
Franco Baresi (Getty Images)

Il vicepresidente del Milan Franco Baresi ha parlato di tanti argomenti, tra cui il futuro di Donnarumma, Romagnoli, Tonali, Ibra e Tomori

Il Milan di Stefano Pioli sta riportando il Diavolo nell’elite del calcio italiano e, con ogni probabilità, di quello europeo. La Champions League è un traguardo quasi scontato per i rossoneri, che però manca da questa competizione da troppo tempo. Un’ottima base per continuare a costruire il futuro, ma senza perdere di vista la stagione in corso e il sogno scudetto: “Vedremo, puntiamo sempre al massimo. Pioli ha creato un’atmosfera speciale. Davanti c’è un’Inter solida e lanciata, per lo scudetto non dipende solo da noi. Champions? Se ci saranno obiettivi importanti per i quali lottare, la società si muoverà di conseguenza”, le parole di Franco Baresi.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE

Serie A, Fiorentina-Milan 2-3 | Diavolo infinito: Calhanoglu torna e vince
Esultano Ibrahimovic e compagni ©️Getty Images

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, futuro Icardi | L’annuncio del giocatore

Calciomercato Milan, Baresi: “Ibra dirigente? Chidete a lui. Donnarumma privilegiato”

Il vicepresidente del Milan, intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’, ha parlato poi anche dei singoli e del loro futuro, da Donnarumma a Tomori e Ibrahimovic: “Portare la fascia di capitano a 22 anni è un privilegio, questo deve saperlo. Conosciamo il valore e le qualità di Gigio, è cresciuto qui, e sappiamo quanto potrebbe essere importante per il Milan anche nei prossimi anni”. Su Ibra: “Al mio fianco da dirigente? Bisogna chiederlo a lui. Per cambiare ruolo c’è tempo, io spero di vederlo un altro anno in campo, è una forza della natura”.

Baresi continua a tutto tondo anche su Tomori: “Si sta imponendo con grande determinazione e talento, senza paura. Sono qualità da potenziale campione. Faremo il possibile per riscattarlo, anche se ci sono ancora due mesi da giocare e non dipenderà solo dal Milan”. La bandiera rossonera, però, ha spazio e modo anche di parlare di un giocatore che invece per ora non ha convinto come Tonali: “Da lui ci si aspetta tanto, ma non possiamo ignorare il fatto che abbia vent’anni: come si fa a pretendere che si imponga da subito come un veterano? In questi mesi è migliorato, ha tutto per diventare protagonista”. Infine su Romagnoli: “Deve solo rientrare dall’infortunio. Poi tornerà un punto di riferimento: è il capitano ed è riconosciuto da tutti”.