CMIT TV | Juventus, Scaramuzzino: “Pirlo va sostenuto. Futuro Allegri? Ha già deciso”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:00
Scaramuzzino CMIT TV Juventus Allegri Sarri
Giovanni Scaramuzzino

Il giornalista Rai Giovanni Scaramuzzino ospite della CMIT TV per parlare della Juventus e del futuro di Pirlo, Allegri e Sarri

Tra gli ospiti della diretta odierna della CMIT TV, il giornalista Rai Giovanni Scaramuzzino. Il tema del momento è la situazione in casa Juventus con il futuro di Pirlo, di cui lui prende le difese. “La Juve non è allo sbando, però chiaramente non può perdere in casa col Benevento – ha spiegato – Inizialmente la scelta di Pirlo non mi aveva convinto, però una volta che scegli un allenatore dandogli le chiavi di una società che punta a rivincere scudetto e sogna la Champions League, come società tu lo devi sostenere. Questo dovrebbe avvenire come logica conseguenza di quella che è stata la scelta estiva. Bisognerebbe chiedere a Pirlo: com’è possibile che tiri sempre le punizioni Ronaldo? Ce l’ha scritto sul contratto? Quando non superi la barriera ad un certo punto dici basta. Questi sono alcuni segnali che fanno pensare che Pirlo sia ancora giocatore. Ma da qui a dire che il male della Juventus sia Pirlo non ci sto. Se sono coerenti lo devono confermare. Ci stava che potesse succedere una cosa del genere. È cambiata la squadra, questa Juve è più debole rispetto alla prima Juve di Ronaldo. Però il capro espiatorio serve: l’allenatore deve sempre rispondere quando non ottiene un risultato, però fino ad un certo punto”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, traballa la panchina di Pirlo | Due nomi in pole

Calciomercato Allegri Sarri Juventus Napoli Roma
Massimiliano Allegri e Maurizio Sarri insieme a Carmine Gautieri © Getty Images

Calciomercato, Scaramuzzino: “Allegri ha scelto la squadra, Sarri non ancora”

Grande attesa per il ritorno in pista di Massimiliano Allegri, su cui Scaramuzzino ha le idee chiare. “Se dice che a giugno rientra vuol dire che la squadra già l’ha scelta, e che la squadra nella quale andrà abbia già scelto Allegri – ha affermato – Credo che ormai sia chiaro che resti in Italia, all’estero non va. Roma e Napoli sono particolarmente accreditate, ma un ritorno alla Juventus? Però nel momento in cui fai l’esperimento Pirlo hai il dovere di sostenerlo. Se adesso funziona così anche alla Juventus e davvero dovessero esonerare Pirlo, chiaramente io non mi stupirei di un ritorno di Allegri”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, nuova ipotesi per il futuro di Allegri | Tripla pista

Discorsi ancora aperti invece per Sarri: “Si è già parlato di un riavvicinamento nei confronti del Napoli, e anche l’ipotesi Roma è in ballo – ha spiegato Scaramuzzino – Però adesso alla luce di quello che sta accadendo a Firenze non è da scartare nemmeno la Fiorentina. Lì sarebbe uno che conosce l’ambiente, e non ti chiederebbero di vincere lo scudetto. Nel momento in cui firma per Roma o Napoli, è chiaro che venga chiesto un ulteriore salto di livello rispetto all’anno prima. L’ipotesi Fiorentina ancora non la scarterei del tutto. Penso che a differenza di Allegri ancora debba decidere”.