Parma-Genoa, D’Aversa: “Commessi errori decisivi. Ecco cosa ha fatto la differenza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:27
Parma-Genoa, D'Aversa su partita, classifica e salvezza
Roberto D'Aversa a 'Sky Sport'

Roberto D’Aversa ha commentato la sconfitta casalinga del Parma contro il Genoa. Ecco le sue dichiarazioni

Intervenuto ai microfoni di ‘Sky Sport’, l’allenatore del Parma, Roberto D’Aversa, ha commentato così il ko interno contro il Genoa. Ecco la sua analisi. Per restare sempre aggiornato con le ultime news legate al mercato e non solo CLICCA QUI!

PARTITA – “La differenza è stata che da una parte il Genoa su tre tiri in porta ne ha concretizzati due. Noi su nove occasioni da gol ne abbiamo fatto solo uno. Merito del Genoa che ha concretizzato. Sui numeri non c’è stata partita, ma nel calcio conta il risultato finale. Sono stati superiori a noi solo sui calci d’angolo”.

RISULTATO – “Non può esserci soddisfazione quando giochiamo una partita del genere e perdiamo. Abbiamo concesso troppo facilmente i due gol, dove potevamo fare meglio. In questo aspetto ci sono stati superiori. Alla fine ciò che conta è solo il risultato finale”.

PRESTAZIONE – “Ci sono state delle situazioni che hanno determinato il risultato. In occasione del primo gol lasciamo crossare Destro di spalle, e perdiamo il contrasto. Potevamo e dovevamo fare meglio. Non possiamo essere totalmente soddisfatti della partita. La prestazione c’è stata, ma si poteva far meglio”.

CLASSIFICA – “Dobbiamo pensare ad ogni singola partita. Stasera era importante, ma non definitiva. Mancano ancora tante giornate. Il rammarico è che con prestazioni come quelle di stasera portiamo a casa zero punti. Non per dare responsabilità ai ragazzi, ma qualche errore l’abbiamo commesso. Nel calcio non esiste la fortuna e la sfortuna. Bisogna ragionare su questo, altrimenti non saremmo in questa posizione di classifica”.

SCAMACCA – “A gennaio sono saltati fuori tanti nomi. È chiaro che vedere un giocatore del genere che non gioca dall’inizio fa capire le qualità del Genoa. Se devo essere sincero penso che abbiano conquistato un risultato pieno non meritato, ma va accettato”.