PAGELLE E TABELLINO PARMA-ROMA: Mihaila magic, Kumbulla… tragic!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:57
parma roma pagelle serie a tabellino
Mihaila e Pellé © Getty Images

Pagelle e tabellino di Parma-Roma, match valido per la 27esima giornata del campionato di Serie A Tim 2020/21

La Roma cade rovinosamente in casa del Parma che ritrova la vittoria dopo tre mesi e mezzo. Mihaila e Man imprendibili per la squadra di Fonseca, che non trova spazi e gira su se stessa, tradito anche da una difesa che sbaglia tempi di uscita e di giocata. Non bene oggi neanche il centrocampo, che non riesce a fare filtro e bloccare le ripartenze avversarie: si nota l’assenza di Veretout in quest casi.

PARMA

Sepe 6,5: non viene impegnato in maniera importante, bravo e calmo anche a impostare con i piedi. Poi ottima la parata su Perez.

Conti 5,5: un po’ più bloccato in fase offensiva perché davanti ha Man che basta e avanza oggi. Spinazzola però è un brutto cliente, spesso se lo perde. Dall’81′ Laurini sv

Bani 6: buonissima partita, è attento e concentrato, sfrutta spesso anche il fisico per uscire dalla difesa.

Osorio 6,5: bravo e lucido nelle chiusure, anche andanto in anticipo. Usa i tempi giusti.

Giu. Pezzella 6,5: qualche discesa in più rispetto all’altro esterno, ma lui controlla decisamente meglio il suo avversario che era Bruno Peres.

Hernani 7: sempre più decisivo nelle economie di questo Parma, è l’ago della bilancia. Fondamentale in fase di costruzione e ‘distruzione’, ma anche nei metri finali di campo. Freddissimo a spiazzare Pau Lopez dal dischetto. Dal 72′ Grassi 6: fa tutto quello che deve fare, entra bene in partita.

Brugman 7: anche lui oggi molto bene, con personalità. Fa parecchio lavoro sporco anche lui, si concede anche qualche scorribanda in avanti, recupera tantissimi palloni. Prezioso.

Kurtic 6: tanta legna e legnate.

Man 7: probabilmente la sua miglior partita quest’anno, a tratti imprendibile per Kumbulla. Firma a caratteri cubitali entrambi i gol del Parma.

Pellé 6,5: la condizione non è ancora al top, anzi. Però cerca di far pesare l’esperienza, il fisico, e ci riesce anche se non sempre. Bravo in occasione del rigore conquistato.

Mihaila 7,5: in grande crescita, può essere il fattore principale in questo finale di stagione per il Parma. Si trova al posto giusto al momento giusto in occasione del primo gol. Poi tante altre cose buone, sembra tarantolato, è carichissimo e quando punta è irresistibile. Dall’81’ Karamoh 5,5: poteva gestire molto meglio un paio di contropiedi.

Allenatore: D’Aversa (squalificato, in panchina Tarozzi) 7: mettono in campo una squadra quadrata, che sa cosa deve fare e ci riesce molto bene. Pressa con i tempi giusti i centrocampisti della Roma, gioca bassa per poi ripartire velocemente. Tutto giusto.

ROMA

Pau Lopez 6: sui gol non può nulla, bravo su Man.

Mancini 5,5: oggi anche lui un po’ in difficoltà, non è da escludere che possa pesare anche la stanchezza visto che le ha giocate praticamente tutte. Meno lucido rispetto al solito.

Ibanez 5: il ritorno da titolare in campionato non è il massimo, deve ritrovare esplosività e ritmo. In generale non sembra trovare bene la posizione in marcatura, sull’azione del rigore ha più di qualche colpa. Poi causa proprio lui il penalty, molto ingenuo su Pellé.

Kumbulla 4,5: non una stagione indimenticabile, sta facendo ancora fatica. Man lo brucia in più occasioni, quando puntato va in grandissima difficoltà. C’è tanto lavoro da fare. Dal 59′ Cristante 5,5: prova a dare ordine, serviva un po’ più di dinamismo, non il suo forte.

Bruno Peres 4,5: da quella parte la Roma non si vede praticamente mai. Un paio di azioni nel primo tempo con cross annesso, senza pretese. Per il resto apatico. Dal 59′ Reynolds 5: esordio non semplicissimo, non ne azzecca una, è spaesato e timido, però tutto più che comprensibile.

Villar 5,5: non bene neanche lui oggi, regala qualche giocata ai fotografi ma per il resto prestazione opaca. Non riesce a dettare ritmi e tempi come piace a lui. Dal 79′ Diawara sv

Pellegrini 5,5: ci prova e ci riprova, ogni tanto si accende con qualche contrasto duro, magari per dare un segnale ai compagni. Ci mette un po’ di tigna, ma non trova gli spazi giusti con e senza palla. Dal 79′ Mayoral 5,5: tocca pochissimi palloni, in area non trova occasioni e non incide esternamente.

Spinazzola 6: la Roma attacca solo a sinistra, lui punta e spesso salta l’uomo. L’impegno non manca, però è quasi sempre da solo, con El Shaarawy più dentro l’area e centrale rispetto al solito posizionamento di Mkhitaryan.

Pedro 4,5: un passo indietro rispetto alle ultime due prestazioni. Si vede pochissimo, non trova mai la porta e si ritrova costantemente imbottigliato. Dal 59′ Carles Perez 5,5: sicuramente più frizzante, va a un passo da un super gol ma Sepe è bravissimo. Entra subito bene, poi come al solito sparisce dopo pochi minuti.

El Shaarawy 5,5: tra i meno negativi, anche se non ha mai l’occasione di puntare la porta e calciare. Gli capita una grandissima occasione ma non è fortunato perché il pallone non gira come vorrebbe e sfiora solo il palo.

Dzeko 5,5: con l’area e la trequarti così intasate non è facile trovare modo né di uscire e cucire il gioco né di usare troppo il fisico. Quando prova il tiro è sempre fuori area, ma la porta del Parma oggi sembra tabù.

Allenatore: Fonseca 5: la stanchezza della Roma oggi non è un alibi, perché di giocatori ne ha girati diversi. Ancora una volta i giallorossi dimostrano di andare tremendamente in difficoltà contro squadre chiusissime che puntano sulle ripartenze. Era successo con il Benevento e oggi la replica. Prestazione incolore, con poche occasioni vere. Uno 0-2 pesantissimo.

Arbitro: Piccinini 6: l’episodio chiave è quello del rigore per fallo di Ibanez su Pellé. Non è clamoroso, ma ci sta perché il brasiliano arriva di gran carriera mettendo la gamba sinistra, poi l’ex Nazionale è anche furbo sapendo di non poter più calciare in porta. A inizio primo tempo le proteste della Roma per il contatto su Pellegrini, poco chiaro, difficile da giudicare.

IL TABELLINO DI PARMA-ROMA 2-0

Marcatori: 9′ Mihaila, 55′ rig. Hernani

Parma (4-3-3): Sepe; Conti (81′ Laurini), Bani, Osorio, Giu. Pezzella; Hernani (72′ Grassi), Brugman, Kurtic; Man, Pellé, Mihaila (81′ Karamoh).
A disposizione: Colombi, Bruno Alves, Busi, Sohm, Cyprien, Zirkzee, Brunetta
Allenatore: D’Aversa (squalificato, in panchina Tarozzi)

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Ibanez, Kumbulla (59′ Cristante); Bruno Peres (59′ Reynolds), Villar (79′ Diawara), Pellegrini (79′ Mayoral), Spinazzola; Pedro (59′ Carles Perez), El Shaarawy; Dzeko
A disposizione: Mirante, Fuzato, Calafiori, Fazio, Karsdorp, Santon, Pastore
Allenatore: Fonseca

Arbitro: Piccinini di Forlì
Guardalinee: Passeri, Valeriani
Quarto uomo: Ayroldi
Var: Di Bello
Avar: Liberti

NOTE Ammoniti: 23′ Osorio, 32′ Peres, 54′ Pellegrini, 66′ Hernani, 91′ Grassi, 93′ Karamoh