CMIT TV | Milan, La Scala: “Rinnovo di Donnarumma necessario. Ibrahimovic resterà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:19

A pochi minuti dall’inizio della sfida tra Milan e Manchester United, l’avvocato La Scala ha toccato alcuni punti riguardanti l’attualità della società rossonera

L’avvocato Giovanni La Scala, azionista del Milan, è intervenuto ai microfoni di CMIT TV per commentare l’attuale situazione dei rossoneri anche in vista della gara di andata degli Ottavi di Finale di Europa League col Manchester United: “La vivo con grande piacere. Da anni il Milan mancava ad una sfida come questa. I rossoneri non hanno nulla da perdere, mentre per lo United la qualificazione è all’ordine del giorno. Se il Milan, poi, supererà le aspettative 180 minuti, allora la squadra troverà carburante per questo finale di stagione”.

LEGGI ANCHE >>> Manchester United-Milan, Maldini: “Grande crescita di Kessie, ecco cosa mi ha detto Ferguson”

POSSIBILE ARRIVO DI YUKOV – “Ci troviamo dinanzi ad un personaggi in cerca di visibilità, di cui nessuno sa nulla. Che abbia provato ad acquisire TikTok o il Milan, lo dice lui. Elliot non ha alcuna fretta di cedere e uscire dal calcio, anzi. Quindi mi sa che c’è poco di serio attorno questo Yukov”.

Milan, La Scala: “Rinnovo di Donnarumma necessario”

LA STRATEGIA DI ELLIOT – “Elliot sembra aver cambiato strategia, adesso quasi appare voler consolidare la propria posizione. Anche perché, a certe condizioni, converrebbe anche far tornare ‘grande’ il Milan. Ovviamente, facendo sempre leva su calciatori giovani e di talento, con un progetto sul medio-lungo periodo. E con Pioli, il Milan sembra aver trovato un equilibrio che potrebbe permettere ai rossoneri di scalare velocemente il ranking UEFA“.

DIPENDERE DA UN FONDO – “Ad oggi, può sembrare strano che una società di calcio appartenga ad un fondo. Presto, però, molti club saranno oggetti a questo fenomeno. Sempre più, saluteremo i mecenati, il ricco signore che investe nel calcio. E sempre più accoglieremo fondi economici che guarderanno al calcio come un sistema di intrattenimento sul quale spendere, scommettere e per poi incassare. Ciò non esclude, poi, anche una condivisione con le tifoserie e i rappresentanti dei supporter: sarà necessario che nelle governance delle società ci siano delle componenti simili, per custodire e preservare una tradizione, anche quando questi fondi non esisteranno più. Il Milan esisterà anche tra 100 anni, il fondo Elliot non lo sappiamo”.

LEGGI ANCHE >>> Manchester United-Milan, Baresi: “Vedrei bene Rashford da noi”

RINNOVO DONNARUMMA – “Credo arriverà, la società sa bene che non può tradire le aspettative e l’ambiente con la mancata firma. La credibilità del progetto passa anche per il suo rinnovo. Donnarumma incarna anche una componente di appartenenza per i tifosi. Il Milan questo lo sa, certamente, e ne terrà conto. Ibrahimovic? Una risorsa come lui, troverà una funzione insostituibile dentro e fuori dal campo. Credo che resterà in rossonero anche l’anno prossimo, con o senza Champions”.

Milan, La Scala: “Modello Milan riveduto”

Zlatan Ibrahimovic ©Getty Images

RINGIOVANIMENTO DELLA ROSA – Il modello Milan è stato corretto e riveduto: sì tanti giovani, tanti calciatori in rampa di lancio, ma anche calciatori pronti ed esperti, come Ibrahimovic e Mandzukic. E non possiamo escludere che il club possa investire su 25-26enni da 40-50 milioni di euro. Per fare tutto ciò, però, servono gli introiti della Champions. Il sistema ricavi dei rossoneri è un po’ depresso, ad oggi, e ha bisogno di una mano per ritrovare una certa capacità di azione.

LEGGI ANCHE >>> Milan, Maldini su Ibrahimovic | “Il club conta più di un giocatore”

IL PROGETTO DEL NUOVO STADIO – E’ una domanda che va fatta agli interisti. Dipenderà tutto dalla possibile nuova proprietà dell’Inter, se volenterosi o meno di un’operazione congiunta con il Milan. I rossoneri devono sperare che ci sia qualcuno che, con l’Inter, acquisti da Suning anche la condivisione di vedute che il Milan ha avuto fino ad oggi coi nerazzurri sulla questione stadio”.