Verona-Juventus, Pirlo: “I giovani faticano a capire certe piccolezze”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:21
Verona-Juventus Pirlo
Andrea Pirlo

Verona-Juventus, dopo l’1-1 il tecnico bianconero Andrea Pirlo è amareggiato: il suo commento nel postpartita

La Juventus esce solo con un punto dal Bentegodi contro il Verona. Non basta il gol di Cristiano Ronaldo, con Barak che sigla un 1-1 pesantissimo per le ambizioni di scudetto dei bianconeri. La rincorsa si fa difficile: domani l’Inter potrebbe volare a +10. Il tecnico Andrea Pirlo, a ‘DAZN’, non nasconde un certo rammarico: “Sapevamo che sarebbe stata una gara difficile, dispiace perché avevamo fatto il difficile, ossia passare in vantaggio – ha spiegato – Ci è mancata aggressività nel finale, sul gol dovevamo accorciare prima, sono piccolezze che i giovani faticano a capire. Dovevamo portarla a casa e gestirla meglio, mancavano giocatori di esperienza ed erano in pochi a farsi sentire, tra tanti giovani. Non avevo l’opportunità di cambiare a partita in corso rispetto alla difesa a tre, nel finale sulle fasce abbiamo sofferto. Abbiamo cercato di portare una pressione alta per tutta la partita, ma nel secondo tempo siamo calati molto. Non è facile giocare contro il Verona che ti sta sempre addosso in ogni zona del campo e ti porta a giocare una partita sporca”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> Verona-Juventus, flop Pirlo: “Responsabilità abnormi” | “Imbarazzante”

Sulle assenze: “I giocatori in questo momento sono pochi e può mancare la lucidità in alcune situazioni, oltre che la velocità di pensiero. Dybala e Morata ci farebbero comodo in questo momento. Prospettive per corsa scudetto e Champions? Siamo abituati a giocare ogni tre giorni, l’importante è pensare partita dopo partita e vedere dove riusciremo ad arrivare”.