CMIT TV | Lazio-Bayern Monaco, Ballotta: “Assurdo screditare Immobile. Ecco chi passerà”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:55
Ballotta su Lazio-Bayern
Ballotta su Lazio-Bayern a CMIT TV

Intervenuto a CMIT TV Marco Ballotta, ha parlato di Lazio-Bayern Monaco, match valevole per l’andata degli ottavi di Champions League

Pochi minuti al calcio d’inizio di Lazio-Bayern Monaco. Marco Balotta, intervenuto a CMIT TV, ha parlato del match di andata degli ottavi di finale di Champions League, che andrà in scena all’Olimpico.

Il risultato non appare scontato: “Ci sarebbe stata partita in ogni caso – esordisce Ballotta – è indubbio che se guardiamo il Bayern attuale c’è la speranza di un match abbordabile, ma non è assolutamente così. I bavaresi sono la squadra più ostica che si potesse sorteggiare. Nella doppia partita solitamente la più forte vince, ma bisogna giocarsi le proprie carte, non credo che la Lazio sfigurerà.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube 

parma lazio immobile pagelle
Ciro Immobile © Getty Images

MOMENTO NO PER IMMOBILE – “Noi ci limitiamo a guardare due partite e siamo subito abituati a criticare. Immobile rimane sempre un grandissimo giocatore, screditarlo penso che sia assurdo”.

Lazio, Ballotta: “Biancocelesti tornati dove meritano!”

Igli Tare (@Getty Images)

CRESCITA LAZIO – “Io penso che la Lazio stia tornando dove merita di stare – prosegue Ballotta -. E’ anni che arrivano i risultati, i biancocelesti ogni stagione sono migliorati con scelte mirate, raramente sbagliate da Tare”.

GLI ANNI CON ERIKSSON – “Nelle due annate prima di Eriksson siamo usciti prima con il Valencia, ma eravamo molto competitivi. La seconda stagione siamo usciti col Real Madrid, ma è stata una gran bella soddisfazione”.

LOTTA SCUDETTO – “Il campionato di Serie A non era così appassionante da molte stagioni. E’ una bella lotta fra diverse squadre, è indubbio che l’Inter sia la più attrezzata con soltanto il campionato da giocare a differenza delle altre che potrebbero avere qualcosa in meno. Poi vedo i nerazzurri anche più concentrati, sicuri di loro, con l’equilibrio giusto ed ha recuperato giocatori che sono ora dei protagonisti. Credo che possa essere l’anno giusto”.

REINA – “L’avevo detto anche appena è arrivato, ha portato il salto di qualità. In quel ruolo mancava qualcosa con soltanto Strakosha. L’arrivo di Reina ha coperto quella posizione, si è giocato giustamente le sue carte ed al momento penso che la Lazio non possa fare a meno di lui. La difesa è più tranquilla con Reina, invece con Strakosha erano un po’ in difficoltà”.