Calciomercato Lazio, retroscena Milinkovic-Savic | Le parole di Tare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:21
Calciomercato, Milinkovic-Savic via a 50 milioni
Sergej Milinkovic-Savic © Getty Images

Lazio, il retroscena di mercato da parte di Tare su Milinkovic-Savic e la permanenza in biancoceleste

“Avevamo sul piatto un’offerta importantissima l’ultimo giorno di mercato di due anni fa, io ho alzato le mani ma il presidente ha detto no”. A parlare è Igli Tare, ds della Lazio, nel pre-gara della sfida contro il Bayern Monaco. Oggetto dell’offerta in questione è stato invece Sergej Milinkovic-Savic. Il centrocampista serbo è uno dei pezzi pregiati della rosa biancoceleste ed è stato oggetto del desiderio di tantissimi top club europei. Dal Manchester United al Real Madrid, passando anche per le big di Serie A come Inter, Milan e Juventus. La porta però è sempre rimasta chiusa. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube!

LEGGI ANCHE >>> CMIT TV | Lazio-Bayern, ESCLUSIVO Eriksson: “Ecco cosa non deve fare Inzaghi”

Calciomercato Lazio, il retroscena di Tare

Tare (@Getty Images)

Una porta che rischiava di aprirsi durante l’ultimo giorno di mercato di due anni fa, come raccontato dallo stesso Tare nel collegamento pre-partita ai microfoni di ‘Sky Sport’. “Avevamo ricevuto un’offerta nell’ultimo giorno di mercato. Una proposta davvero notevole: io avevo alzato le mani e sono poi passato dal presidente. Spettava a lui l’ultima decisione”. Decisione che Lotito ha poi preso dicendo no. “Il presidente ha rifiutato la proposta, motivandola con il fatto che voleva continuare a crescere. L’obiettivo era quello di puntare alla Champions League, confermando Milinkovic-Savic in squadra insieme a tutti gli altri nostri big.

LEGGI ANCHE >>> CMIT TV | Lazio-Bayern Monaco, Ballotta: “Assurdo screditare Immobile. Ecco chi passerà”

Per Tare dunque il merito è soprattutto del numero uno biancoceleste: “E’ stato lui a dire no. Ha detto che voleva crescere e puntare alla Champions League. E’ stato ambizioso e per questo motivo ha deciso di non sacrificare nessuno dei nostri migliori giocatori”. Ora l’obiettivo è quello di ripresentarsi in Champions anche l’anno prossimo. “Sono fiero della squadra e meritiamo questa chance. L’obiettivo principale di quest’anno è quello di essere in Champions League anche nella prossima stagione” ha concluso il dirigente biancoceleste.