Lazio-Bayern Monaco, Inzaghi: “Loro quasi ingiocabili, ma…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:33
Lazio-Bayern Monaco, conferenza Inzaghi:
Inzaghi in conferenza

Simone Inzaghi ha presentato Lazio-Bayern Monaco in conferenza stampa. Le dichiarazioni dell’allenatore biancoceleste

Vigilia di Champions League in casa Lazio. Domani i biancocelesti riceveranno il Bayern Monaco campione d’Europa e del mondo in carica. Una sfida quasi proibitiva e altrettanto prestigiosa per la squadra di Simone Inzaghi, che ha presentato il match di andata degli ottavi in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni. Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Juve, il punto sull’infortunio di Arthur: poche speranze per il Porto

PARTITA – “Sarà una bellissima emozione, sarà il coronamento di questi cinque anni di lavoro con questo gruppo meraviglioso. Ci giocheremo questa partita nel migliore dei modi, con la spensieratezza giusta ma con l’umiltà che ci contraddistingue”.

MOMENTO BAYERN – “È appena diventato campione del Mondo. In campionato veniva da 5 vittorie consecutive. Più che cercare i punti deboli loro sto lavorando sulle certezze della mia squadra”.

APPROCCIO – “Sappiamo da diverso tempo che dobbiamo affrontare una partita del genere, ma fino a un giorno fa pensavamo alla Sampdoria. Da ieri siamo concentrati al Bayern, è una ciliegina sulla torta che ci siamo meritati nel nostro percorso. Dovremo affrontarli con spensieratezza ed umiltà, dando il massimo come abbiamo sempre fatto”.

QUASI INGIOCABILI – “È normale che noi vogliamo fare la partita che ci consenta di rimanere aggrappati alla qualificazione in tutte le maniere. Affrontiamo una squadra quasi ingiocabile, ma anche negli anni scorsi ce la siamo giocata bene contro avversari più forti. Non abbiamo fatto un ottavo di Champions, ma un quarto di Europa League e tante finali. Si gioca su 180 minuti e non solo sui 90 di domani all’Olimpico”.

IMMOBILE-LEWANDOWSKI – “Sono i due attaccanti più forti in circolazione. Immobile è stato la Scarpa d’Oro della passata stagione, motivo di grande orgoglio per noi. Lewandowski avrebbe vinto sicuramente il Pallone d’Oro”.

KLOSE – “Mi farà molto piacere rivederlo. È stato un calciatore importante, mi ha dato una grandissima disponibilità, mi hanno parlato benissimo di lui anche come allenatore. L’aver fatto determinate partite mi fa piacere ma ho giocatori che hanno una grandissima esperienza, abbiamo giocato molte finali in questo percorso quindi sono sicuro che potremo affrontare il match nel migliore dei modi”.