Porto-Juventus, Conceicao: “Da loro 70 minuti di nulla. Io in Italia? Mai dire mai…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:20
sergio conceicao porto juventus

Dopo la bella vittoria nell’andata degli ottavi di Champions contro la Juventus, il tecnico del Porto Sergio Conceicao ha commentato il match

Vittoria di prestigio per il Porto in casa contro la Juventus nell’andata degli ottavi di finale di Champions League. Dopo il 2-1 maturato al Dragao, il tecnico dei portoghesi Sergio Conceicao ha commentato il match ai microfoni di Sky Sport: “Dispiace per il gol, fino al 70’ la Juve è stata bloccata da noi, difensivamente abbiamo fatto una buona partita. Sapevamo che con una pressione alta potevamo creargli difficoltà, sapevamo chi pressare, bloccando i punti forti della Juve che sono tanti. Però siamo solo a metà, manca una partita e dobbiamo essere così forti in tutti i momenti della partita. Sul gol Rabiot ha preso anche lo spazio al terzino, ma è merito loro quando giochi contro questi campioni. Dobbiamo restare concentrati, al minimo errore con giocatori così rischi di prendere gol”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

conceicao porto juventus
Conceicao (Getty Images)

Conceicao è contentissimo della prestazione, ma sa che al ritorno il 9 marzo bisognerà replicare: “Fino al 70’ la Juve non ha creato niente, Marega ha bloccato Rabiot, sapevamo che Chiellini era più in difficoltà come costruzione e lo abbiamo lasciato libero, complimenti ai miei giocatori per la partita, non spettacolare perché dovevamo difendere di più. Dovremo essere rigorosi a livello difensivo, ogni partita è diversa, la Juve ha tanti campioni, dobbiamo essere rigorosi e approfittare di loro che cercheranno il risultato. Non andremo solo per difendere perché poi rischi di prenderlo il gol, ma dovremo essere bravi tatticamente. Bisognerà vedere chi gioca, se torna Cuadrado sarà diverso come caratteristiche ma noi studieremo bene”. Infine la chiosa sull’Italia: “Mi è rimasta nel cuore. Se tornerò da allenatore? Non lo so, non si sa mai”.