Milan-Atalanta, Pioli e i rigori: la risposta a Gasperini | La decisione su Mandzukic

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:20
pioli milan atalanta
Stefano Pioli

Le parole in conferenza stampa di Stefano Pioli alla vigilia della sfida del suo Milan contro l’Atalanta, che chiuderà il girone di andata

Stefano Pioli in conferenza stampa, alla viglia di Milan-Atalanta, match valevole per la 19esima giornata di Serie A. Ecco le dichiarazioni del mister alla stampa:

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

THEO HERNANDEZ – “Ha perso solo una settimana e Dalot lo ha sostituito bene. Ci garantisce tante soluzioni e può essere importante per la partita di domani”.

FLESSIONE ATALANTA – “Stanno facendo un lavoro incredibile e quando si raggiungono certi livelli tutte le componenti hanno dato il giusto contributo. Poi il nostro campionato è molto competitivo e bisogna giocare al 100%”. L’Atalanta sicuramente domani mettere in campo le proprie qualità: servirà lucidità, intensità”.

MANDZUKIC – “Si è inserito subito bene. Ha già lavorato in Italia, con mentalità moderna. Da questo punto di vista zero problemi, anzi molta positività. Fisicamente l’ho trovato molto bene, poi è chiaro che non gioca da molto tempo e non ha ritmo partita. Ma si è presentato tirato e voglioso: ci sono due strade, tenerlo fuori 3-4 settimane o metterlo subito dentro e noi scegliamo questa. E’ pronto per essere convocato per la gara di domani”.

REBIC E KRUNIC – “Ho visto tanta felicità. Si sono allenati ieri e oggi, presto torneranno in condizione per poter giocare”.

MANDZUKIC-IBRAHIMOVIC – “E’ una possibilità vederli insieme. Saranno poi le partite a determinare queste scelte. Sono aperto a qualsiasi soluzione per cambiare anche punti di riferimento agli avversari. Vedremo quando metterlo in pratica. Con Mario ho parlato e mi ha dato disponibilità a giocare dove serve, ma vedremo poi di partita in partita”.

RIGORI – “Siamo spesso dentro l’area, ma non voglio entrare dentro a certe situazioni che non ci riguardano. Dobbiamo pensare alla nostra prestazione che è quella che possiamo condizionare. Non ci riguarda e non mi riguarda: grande rispetto per la nostra classe arbitrale che è considerata la migliore al mondo. Ci concentriamo che possiamo determinare. Posso dire che siamo la squadra che è scelta più volta in campo quest’anno perché abbiamo iniziato dai preliminari di Europa League. Speriamo di continuare a giocare ogni tre giorni”.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Milan, Thauvin ha scelto: le ultime dalla Francia

DERBY – “Ora pensiamo a domani, poi dalle 21 di sabato penseremo all’Inter, una gara che ci teniamo a fare bene”.

INTER O JUVENTUS – “Guardiamo a noi stessi. Dobbiamo continuare e migliorare quel che stiamo facendo. Dobbiamo curare i particolari, contro il Cagliari è stata una delle migliori partite e dobbiamo insistere. Non pensiamo ai nostri avversari: ci sono 7 squadre per 4 posti e sarà una lotta fino alla fine”.

TOMORI – “E’ un ragazzo che ha aggressività, velocità, sa leggere bene le situazioni. Ora bisognerà conoscerlo meglio sul campo e avrà bisogno del tempo per inserirsi nei nostri meccanismi”.

CALABRIA – “Ha tanti meriti nella sua crescita. Non ha mai smesso di credere nelle sue qualità, non ha mai smesso di lavorare e quest’anno si è meritato la mia fiducia. Ha una serenità interiore diversa che gli permette di mettere in campo le sue qualità. E’ un calciatore molto intelligente, ci dà tante soluzioni: non si può che essere soddisfatti”.