PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-EMPOLI: Lozano e Bajrami sugli scudi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:37

I voti, le pagelle e il tabellino di Napoli-Empoli, sfida valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia

Che fatica per il Napoli passare il turno contro una squadra di categoria inferiore che in realtà, per come gioca, creerebbe non poche difficoltà a diverse avversarie anche in Serie A. Lozano ispiratissimo in casa Napoli mentre in mezzo al campo ci sono ancora tanti problemi. L’Empoli si coccola i gioiellini come Ricci e soprattutto Bajrami, autore di una gran doppietta, ma alla fine viene fuori soprattutto la maggior maturità agonistica della squadra di casa.

Le pagelle del Napoli: Di Lorenzo croce e delizia

Lozano Udinese Napoli
Hirving Lozano (Getty Images)

Meret 5,5 – Il tiro di Bajrami è parecchio angolato ma lo coglie di sorpresa, infilandolo sul palo più lontano. Qualche responsabilità ce l’ha anche lui. Meno colpevole sul secondo ma anche lì qualcosina si poteva fare.

Di Lorenzo 6,5 – Al netto della copertura approssimativa su Bajrami che fa 1-1, la sua prestazione in fase propositiva è finalmente all’altezza della situazione, coronata anche con un gol che mancava ormai da 6 mesi, Napoli-Milan 2-2 del 12 luglio.

Rrahmani 5,5 – Le reti dell’Empoli nascono dalle linee laterali e dalla distanza, in mezzo all’area c’è relativa sicurezza per i due centrali, ma sulla seconda rete toscana anche lui si muove in discreto ritardo.

Koulibaly 6,5 – Contro avversari di categoria inferiore la risolve passeggiando, sempre in grande sicurezza nelle chiusure. Le reti empolesi non lo riguardano, non è proprio coinvolto nelle azioni.

Ghoulam 5,5 – I tempi migliori sono evidentemente passati: il Ghoulam dell’età d’oro avrebbe appoggiato molto di più le scorribande di Lozano andando anche a recuperare le palle vaganti. Controlla la situazione ma non è sicuramente brillantissimo.

Demme 5,5 – La coppia con Lobotka aveva già fatto grossi danni col Rijeka ma Gattuso insiste e la ripropone, con risultati altrettanto insufficienti. Il centrocampo dell’Empoli viene fuori alla distanza e gli crea parecchi problemi.

Lobotka 5 – Appesantito e completamente fuori condizione, sembra tenere il campo più con l’esperienza che con l’agonismo. Molliccio sul secondo gol di Bajrami, dove avrebbe potuto evitare il peggio con un minimo di reattività in più. Dal 69′ Zielinski 6 – Anche per lui una ventina di minuti utili per alzare un po’ il ritmo in un momento in cui la prestazione del Napoli ristagnava. Fa il suo.

Politano 5,5 – Qualche buona accelerazione, niente di irresistibile, per carità. Forma un asse ben assortito con Di Lorenzo che spesso va a sovrapporsi. Dal 60′ Insigne 5,5 – Sbaglia un gol semplicissimo davanti al portiere, poi pesca Lozano in uno spazio invisibile mandandolo vicino alla doppietta. Alti e bassi, di certo non la sua miglior gara. Dall’88’ Bakayoko sv

Elmas 5,5 – Qualche buona sortita fra le linee, spende tanto ma non ha moltissimo spazio per affondare il colpo. Era la sua prima occasione per incidere dal primo minuto ma non la sfrutta proprio al massimo. Dal 69′ Fabian 6 – Prende anche un palo con una sortita offensiva importante, una buona sgambata in un momento per lui tutt’altro che semplice.

Lozano 7,5 – Letteralmente scatenato sulla sinistra, brucia Zappella con l’accelerazione che porta al gol di Di Lorenzo e poi approfitta di un suo errore per rubargli palla e fare 2-1. Imprendibile, sfiora pure il 3-1 con un rasoterra che sfiora il palo da posizione impossibile.

Petagna 6 – Macchinoso nel controllo e nelle conclusioni, trova finalmente la palla giusta dopo 76 minuti scaraventando in rete una palla vagante da calcio d’angolo. Una rete che salva la sua prestazione. Dall’88 Llorente sv

All. Gattuso 5,5 – Ripropone un centrocampo che, con Demme e Lobotka, proprio non funziona. Lo salvano le giocate dei singoli, in particolare quelle di un Lozano in serata di grazia, ma di certo non si può dire che la prestazione dei suoi sia sufficiente. Momento difficile ma almeno ci sono i risultati.

Le pagelle dell’Empoli: Bajrami, che spettacolo!

Bajrami Empoli
Nedim Bajrami (Getty Images)

Furlan 5,5 – Posizionato maluccio sul secondo gol del Napoli, sugli altri non ha tantissime responsabilità. Prova a limitare i danni con scarsi risultati.

Zappella 5 – Avere di fronte un calciatore in forma strepitosa come Lozano è stato un incubo per calciatori decisamente più strutturati di lui, ma quell’errore in controllo sul 2-1 del Napoli è sanguinoso, da matita blu. Gli servirà di esperienza per il futuro.

Casale 6 – In marcatura i centrali empolesi sono abbastanza concentrati e non concedono troppe occasioni a tu per tu col portiere, in generale il reparto limita abbastanza la forza d’urto di avversari decisamente più quotati.

Viti 6 – Anche lui come il compagno tiene bene a bada Petagna e da quel lato anche Politano, quando affonda. Poi nella ripresa entra Insigne e di là si sposta uno scatenato Lozano.

Terzic 5,5 – Combatte e prova a tenere bloccato prima Politano poi Lozano, ma soffre parecchio e si fa prendere di infilata in più di un’occasione. Dall’85’ Asllani sv

Damiani 6 – Si batte parecchio in mezzo al campo, anche lui riesce a farsi rispettare prendendo il controllo della mediana col passare dei minuti, contro avversari che calano in maniera evidente nella ripresa.

Ricci 6 – Il Napoli l’ha seguito a lungo e sicuramente aveva qualche motivazione particolare per mettersi in mostra. Gioca una buona gara a centrocampo e ruba l’occhio sicuramente più dei dirimpettai Demme e Lobotka.

Haas 5,5 – In ritardo su Di Lorenzo in occasione del vantaggio partenopeo, un po’ pasticcione in mezzo al campo anche per la foga di voler far bene. Fra i meno positivi dei suoi. Dal 61′ Cambiaso 6 – Meno errori rispetto al compagno, vuole mettersi in mostra e si vede.

Bajrami 7,5 – Rientra sul destro e spara un missile imprendibile per Meret. Accade due volte, una nel primo tempo e una nella ripresa: gli avversari sono in ritardo, certo, ma lui è particolarmente ispirato e approfitta per accendere ulteriormente i riflettori su di lui.

Matos 6 – Nel primo tempo rischia di segnare un gol meraviglioso, con una rovesciata quasi perfetta che scheggia la parte alta della traversa. Guida l’attacco dei suoi con carisma e dinamismo, sicuramente non sfigura. Dal 62′ Moreo 5,5 – Discreto peso al centro dell’attacco, ma le poche occasioni sul suo piede non riesce a sfruttarle al meglio.

Olivieri 5,5 – Meno coinvolto nel gioco offensivo della squadra rispetto al compagno, non ha occasioni per pungere e esce via via dai radar. Dal 72′ La Mantia sv

All. Dionisi (in panchina Cozzi) 6,5 – Il suo Empoli merita i complimenti per il modo in cui ha affrontato il Napoli a viso aperto, fra mille difficoltà, buon ultimo l’intervento dell’ASL che ha fermato mister Dionisi e alcuni dei suoi uomini. Bajrami fa vedere i sorci verdi agli avversari, in generale la sua squadra tiene molto bene il campo, sembra più fresca e sicuramente più spensierata.

Tabellino Napoli-Empoli 3-2 (primo tempo 2-1)

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Rrahmani, Ghoulam; Demme (87′’ Bakayoko), Lobotka (68′’ Fabian); Politano (61′ Insigne), Elmas (68’′ Zielinski), Lozano; Petagna (87′’ Llorente). A disp. Ospina, Contini, Hysaj, Maksimovic, Mertens, Cioffi. All. Gattuso.

EMPOLI (4-3-1-2): Furlan, Zappella, Casale, Viti, Terzic (85′’ Baldanzi), Ricci, Damiani, Haas (61′ Cambiaso); Bajrami (85′ Asslani), Matos (61′ Moreo), Olivieri (72′ La Mantia). A disp.: Brignoli, Fiamozzi, Romagnoli, Baldanzi, Nikolaou, Parisi, Mancuso, Stulac. All. Cozzi (Dionisi fermato per sospetto Covid).

Arbitro: Giua

Marcatori: 18′ Di Lorenzo (N), 33′, Bajrami (E), 38′ Lozano (N), 68′ Bajrami (E), 76′ Petagna (N)

Ammoniti: Olivieri (E)