PAGELLE E TABELLINO CROTONE-ROMA: copertina a Mayoral, Pereira sparisce

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:53
mayoral villar crotone roma
Getty Images

Pagelle e tabellino di Crotone-Roma, match valevole per la 16esima giornata del campionato di Serie A 2020/21

La Roma batte 3-1 il Crotone e si lancia all’inseguimento di Inter (ko con la Samp) e Milan, in campo stasera con la Juventus. Vittoria fondamentale, con un pensiero a De Sanctis operato dopo un brutto incidente stradale, che porta la firma di Borja Mayoral autore di due gol e un rigore procurato. Partita monumentale anche per i due centrocampisti, Cristante e Villar, oltre a Ibanez e Karsdorp che si conferma.

Crotone

Cordaz 5,5: viene impallinato tre volte senza avere colpe. A inizio ripresa uscita sbagliata del tutto su Borja Mayoral, lo salva il guardalinee. Poi un paio di buoni interventi.

Magallan 4,5: dalla sua parte Mkhitaryan fa il bello e cattivo tempo, in sofferenza totale.

Golemic 5: partita da incubo a livello difensivo. Si fa scappare Borja Mayoral sul primo gol, non riesce a uscire e gioca bassissimo. Poi commette anche il fallo da rigore che chiude a partita già nel primo tempo. Trova la gioia del gol, ma è una gioia fine a se stessa.

Cuomo 4,5: piuttosto male anche lui, sempre in apprensione quando ha il possesso, insicuro. Anche lui ha le sue colpe sul primo gol di Mayoral.

Pedro Pereira 4: tocca due palloni. Li sbaglia entrambi, con due errori gravi. Dal 45′ Vulic: gioca pochi palloni, non si prende grandi responsabilità.

Molina 5,5: ci mette l’impegno, riesce raramente a contrastare il possesso dei due mediani romanisti ma ha ottima personalità nella ripresa.

Zanellato 5: va a sprazzi, troppo poco.

Eduardo 5: vaga per il campo senza mai essere incisivo. Anche per lui diversi errori in disimpegno. Dal 58′ Riviere 5: si vede poco

Reca 4,5: invisibile.

Simy 6: lotta e sgomita, quello che sa fare meglio. Nel primo tempo manca nelle scelte in area di rigore, poteva fare di più anche in fase di conclusione. Ma è l’unico che tira, cerca anche di cucire il gioco spalle alla porta, difende tanti palloni. Prezioso.

Messias 6: la qualità la mette sempre, offre qualche giocata bellissima in slalom. Prova a sfidare da solo la difesa della Roma, comunque positivo. Vicino al gol di testa.

All.: Giovanni Stroppa 5: ogni volta che la Roma attacca il Crotone trema. La difesa è messa malissimo e gli esterni praticamente non esistono. In attacco qualche occasione i rossoblù la creano, ma manca tutto il resto.

Roma

Pau Lopez 6,5: il Crotone non tira praticamente mai in porta, ad eccezione di una conclusione deviata di Messias su cui interviene. Non bellissimo da vedere, almeno efficace. Nella ripresa buona risposta sullo stesso brasiliano e anche in uscita nel finale.

Mancini 6,5: partita senza grandi patemi. Presidia la sua zona, non rischia e si mette nella posizione giusta, anche se nel finale rischia qualcosa.

Smalling 6: stranamente in difficoltà su alcune situazioni in area. Soffre la potenza fisica di Simy, sbaglia qualche chiusura ma niente di clamoroso. Dà comunque sicurezza al reparto.

Ibanez 6,5: partita di grande concentrazione e presenza fisica. Non fa mai respirare e girare gli avversari, pressa alto anche Simy e recupera parecchi palloni. Come quello in collaborazione con Cristante che ispira il secondo gol di Mayoral. Dal 63′ Kumbulla 6: soffre un po’ la fisicità e la velocità degli avversari, sui calci piazzati deve impegnarsi.

Karsdorp 6,5: ennesima conferma dall’olandese. Sulla destra è un fattore ormai decisivo, grazie soprattutto a una condizione fisica ottima. Suo anche il cross da cui nasce il rigore.

Villar 7: grande partita di personalità e qualità totali. Non perde un pallone, bravo anche in fase di interdizione e nel gioco di prima. Quando passa per i suoi piedi la Roma gira veloce, a tratti la squadra va a memoria.

Cristante 7: lanci su lanci. Tutti precisi, anche se dalla linea difensiva e di spalle. Pressa e recupera, poi innesca Mkhitaryane Mayoral. Prova anche a mettersi in proprio, sempre pericoloso e pure in anticipo sugli avversari. Dall’80’ Veretout sv

Peres 6: partita positiva, stavolta non si lascia andare in leziosismi e fa il suo con grande diligenza. È attento anche in difesa. Salva sulla linea nel finale.

Mkhitaryan 7: dà tutto nel primo tempo vista la staffetta annunciata con Pellegrini. E alla Roma basta e avanza: sul primo gol controllo d’autore e palla rasoterra telecomandata per Borja Mayoral. Da leccarsi i baffi. Poi segna pure su rigore. Dal 63′ Pellegrini 6: si presenta subito con un tiro in porta, poi si limita a palleggiare.

Carles Perez 6: sicuramente facilitato da una partita subito in discesa. Qualche buona giocata soprattutto nel primo tempo, poi al solito si perde in qualche giocata fine a se stessa.

Mayoral 8: si stappa con la maglia della Roma segnando i primi gol in campionato in trasferta, oltre alla prima doppietta. Al posto giusto al momento giusto nel vantaggio, poi il gol meraviglioso per il raddoppio e infine la giocata da rapace per subire il fallo da rigore che chiude la partita. La copertina è sua. Dall’85’ Dzeko sv

All.: Paulo Fonseca 7: Tiago Pinto, De Sanctis, qualche assenza. Vigilia non semplice, anche contro l’ultima in classifica. Invece la sua Roma reagisce subito sbrigando la pratica in mezz’ora. Poi nella ripresa cala, ma tutto normale, qualche calcolo (più che legittimo) c’è stato. Subisce più di qualcosa, ma senza mai davvero rischiare. È terzo a 33 e a -3 dall’Inter di Conte, con la possibilità addirittuta di agganciarlo domenica nello scontro diretto. Parlano i numeri.

Arbitro: Piccinini 6: pochi episodi controversi, anzi quasi nessuno. Ammonizioni corrette e gestione abbastanza semplice.

Crotone-Roma 1-3
Marcatori: 8′, 29′ Mayoral, 35′ Mkhitaryan (rig.), 71′ Golemic

Crotone (3-5-2): Cordaz; Magallan, Golemic, Cuomo; Pedro Pereira (dal 45′ Vulic), Molina, Zanellato, Eduardo (58′ Riviere), Reca; Simy, Messias
A disp.: Festa, Luperto, Rispoli, Marrone, Rojas, Dragus, Crociata, Petriccione, Djidji, Vulic, Siligardi
All.: Giovanni Stroppa

Roma (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez (63′ Kumbulla); Karsdorp, Villar, Cristante (80′ Veretout), Peres; Mkhitaryan (63′ Pellegrini), Carles Perez; Mayoral (85′ Dzeko)
A disp.: Farelli, Boer, Jesus, Diawara, Providence, Podgoreanu
All.: Paulo Fonseca

Arbitro: Piccinini
Assistenti: Peretti-Vono
Quarto Uomo: Pezzuto
Var: Pairetto
AVar: De Meo

Note Ammoniti: 21′ Peres, 33′ Golemic, 41′ Magallan, 57′ Ibanez, 88′ Pellegrini