Inter, de Vrij: “Vogliamo lo scudetto, ma la Juve tornerà. Conte un vincente, io troppo buono”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:08
calciomercato Inter de Vrij Raiola
Stefan De Vrij (Getty Images)

Stefan de  Vrij ha parlato del suo momento all’Inter e non solo, dal paragone con Samuel allo scudetto nerazzurro e i compagni

L’Inter è tornata a vincere e scalare la classifica, ha recuperato punti al Milan e ora è lì in cima. Questo anche grazie alla difesa che è tornata un muro, come era con Walter Samuel. Ora al posto dell’argentino c’è Stefan de Vrij: “Mi piace essere considerato il nuovo Samuel“. Il centrale olandese ha parlato a ‘La Gazzetta dello Sport’, facendo una sorta di bilancio del 2020 e della stagione nerazzurra. “La gioia più grande il derby vinto in rimonta, la ferita è la finale di Europa League persa col Siviglia: a volte ci ripenso”, aggiunge l’ex Lazio.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

de vrij inter liverpool
Stefan de Vrij (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Zhang detta le condizioni | Solo una via per il colpo Gomez

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, trattativa avanzata | Juventus KO

Inter, de Vrij: “Non molliamo mai e Conte è un vincente. Vogliamo lo scudetto, ma la Juventus tornerà”

De Vrij continua parlando della cocente eliminazione dalla Champions League: “Qualcosa in Europa è evidentemente mancato, ma non ci manca niente”. Sullo scudetto: “Si può dire questa parola, ora siamo lassù e lassù vogliamo arrivare alla fine“. L’olandese parla poi anche di Conte: “È un vincente, riversa sulla squadra la sua stessa voglia e cerca di sfruttare tutto il potenziale che ognuno di noi ha dentro. Trasmette passione e mentalità. A me dice che sono troppo buono e che a volte dovrei essere più cattivo. All’Inter ambiente negativo? La negatività rimane fuori dai cancelli perché dentro siamo uniti e concentrati”.

L’ex difensore della Lazio non risparmia poi complimenti ai compagni: “Raramente ho visto un giocatore veloce come Hakimi: è una vera e propria arma. Vidal, invece, ci aiuta tanto con la cattiveria e la forza nei contrasti. L’Inter non è pazza, ha carattere, non si dà mai. Lukaku vale i top centravanti del mondo”. Un pensiero anche sulle concorrenti: “Il Milan ha una buona squadra sono uniti. E sono contento per la crescita di Pioli. La Juve la conosciamo tutti: si rifarà sotto”.