Covid-19, vaccino sprint per De Luca. De Magistris: “Indegno abuso di potere, si vergogni”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:12
vaccino covid
Dose di vaccino (Getty Images)

Oggi è partita la campagna di vaccinazione anche in Italia, con le prime dosi somministrate: tra queste anche il presidente della Campania De Luca, che però ha scatenato una grande polemica

Anche in Italia è partita la campagna di vaccinazione contro il Covid-19. Sono state infatti somministrate le prime dosi e tra questi c’è stato anche il presidente della Campania Vincenzo De Luca. “Mi sono vaccinato. Dobbiamo farlo tutti nelle prossime settimane. È importante per vincere la battaglia contro il Covid e tornare alla vita normale. Senza abbassare la guardia e rispettando le norme”, ha scritto sui social.

Subito, però, è scattata la polemica. Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, infatti, non ha gradito l’immediatezza con cui De Luca si è vaccinato e ha replicato così: “Trovo davvero inqualificabile e indegno l’abuso di potere del Presidente De Luca che approfitta del suo ruolo istituzionale per vaccinarsi quando il vaccino, nelle prime settimane, deve essere destinato esclusivamente a medici, infermieri, operatori sanitari ed anziani. La salute del Presidente De Luca viene purtroppo prima del popolo campano. Si dovrebbe vergognare e chiedere scusa“. Non ha risparmiato il governatore della Campania neanche Matteo Salvini: “De Luca salta la fila e toglie il vaccino a qualcuno che ne aveva più bisogno“, ha scritto anche lui su Facebook.