Inter, Vidal: “Non ho paura a parlare di scudetto. Abbiamo fame di vittorie”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:57
Inter Vidal
Arturo Vidal (Getty Images)

Arturo Vidal non si nasconde: “Inter progetto nuovo, c’è fame di vincere qualcosa. Il mio obiettivo è lo scudetto”

Il 2020 dei nerazzurri si è chiuso con le sette vittorie consecutive in campionato, un ruolino di marcia da primato con 21 punti totalizzati ed il Milan agganciato ad una sola lunghezza di distanza. La compagine di Antonio Conte, dopo questo filotto di risultati, si candida con maggiore forza come la favorita per la vittoria dello scudetto, complice anche una Juventus che stenta a decollare. Riguardo alle ambizioni dell’Inter si è esposto in prima persona Arturo Vidal: il centrocampista cileno ha suonato la carica, fissando un obiettivo ben preciso per questa stagione.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

Inter, Vidal non ha dubbi: “Abbiamo fame, lo scudetto è il mio obiettivo”

Inter, Conte out: "Opzione Allegri senza senso. Tradito da Vidal e Kolarov"
Conte e Vidal (Getty Images)

Non si nasconde Arturo Vidal, che ai microfoni di ‘Sky Sport’ si è espresso in questo modo: “Scudetto? Non ho paura a pronunciare questa parola. Ho vinto tante volte lo scudetto nella mia carriera, qui in Italia, in Germania ed in Spagna. È il mio obiettivo anche quest’anno”. Il centrocampista cileno non ha abbracciato la linea maggiormente prudente di Conte riguardo alla possibilità di vincere la Serie A e ha dichiarato espressamente che questo è il suo obiettivo. Una mentalità vincente che ha sempre accompagnato ‘King Arthur’ ovunque ha giocato, contribuendo in maniera importante ad arricchire il suo palmarès.

Per restare aggiornato con tutte le news legate al mondo del calcio CLICCA QUI

Nonostante le sue ambizioni, Vidal è pienamente consapevole delle difficoltà che si presentano d’innanzi al club meneghino: “Questo all’Inter è un progetto nuovo, ma ci sono tanti giocatori giovani che hanno fame di vittorie”. Infine, il rammarico è solamente uno: “È triste essere usciti dalla Champions League troppo presto, ma abbiamo ancora due competizioni in cui dare il massimo”. Oltre allo scudetto, il cileno vuole mettere le mani anche sulla Coppa Italia.