Juventus, la bomba di Sconcerti: “Ronaldo irritato. Colpa di un compagno”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:37
ronaldo chiesa juventus sconcerti
Ronaldo (Getty Images)

La Juventus vivrà un Natale con un distacco di ben 10 punti dal Milan capolista, pur con una partita in meno: a questo si potrebbe aggiungere anche la questione Ronaldo, “chiuso al gol con strana regolarità”

Natale triste per la Juventus, almeno dal punto di vista sportivo. La squadra di Pirlo chiuderà il 2020 a ben 10 punti di distanza dal Milan capolista e 9 dall’Inter di Conte. Certo, i bianconeri hanno una partita in meno da recuperare contro il Napoli, ma i numeri attuali sicuramente sono sintomo delle difficoltà di inizio stagione della Juventus. Cristiano Ronaldo non è bastato, anche se sta terminando il 2020 in vetta alla classifica marcatori con 12 gol in 10 presenze.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

LEGGI ANCHE >>> CM.IT | Calciomercato Juventus e Roma, sorpasso nella notte: le ultime

Diretta Juventus-Fiorentina | Formazioni ufficiali e live
Chiesa e Ronaldo (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, top player in arrivo | Lo manda Zidane

Juventus, Sconcerti: “Chiesa chiude Ronaldo e CR7 è irritato”

Manca però più di qualcosa a questa Juventus, “la squadra non è ancora fatta, dà sempre qualcosa per dato, come se per essere i migliori bastasse dirselo”, scrive oggi Mario Sconcerti su ‘Il Corriere della Sera’. Ma soprattutto, secondo il noto giornalista, è in corso un dualismo – solamente tecnico, si intende – tra CR7 e l’acquisto più costoso dell’ultimo mercato juventino: “L’esperimento di Chiesa chiude Ronaldo al gol con strana regolarità. Non giocano nello stesso ruolo, ma nello stesso spazio. Questo irrita Ronaldo e gli impedisce di segnare su azione, è la sesta volta consecutiva che gli capita con Chiesa, vale una riflessione”. Sconcerti, in particolare, conclude il pensiero così: la Juve non è squadra: “Senza la differenza di Ronaldo la Juve ha un mucchio di particelle vive che insieme non fanno una scintilla”. E intanto Inter e Milan scappano.