Verona-Inter, Conte: “In estate alcune cose non si sono fatte”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:22
conte inter verona
Conte

Antonio Conte ha parlato al termine di Verona-Inter: le parole dell’allenatore nerazzurro dopo la vittoria del Bentegodi

Le parole di Antonio Conte a ‘Sky’ alla fine di Verona-Inter, gara vinta dai nerazzurri 2-1. Il tecnico nerazzurro dichiara: “La notizia migliore è aver visto una squadra quadrata, tosta, determinata. Non era facile vincere qui a Verona, complimenti a Juric per quanto sta facendo. Mi porto dietro la volontà della squadra che voleva la vittoria contro una squadra che ha reso la vita difficile a tutti. Siamo stati bravi a ricominciare anche dopo il gol dell’1-1″.

SERENITA’ DOPO ELIMINAZIONE CHAMPIONS – “No, resta una ferita che brucia ancora e dovrà continuare a bruciare a tutti. A me, ai calciatore e al club”.

TESTA A TESTA CON MILAN – “Dobbiamo pensare a noi. E’ un campionato più equilibrato rispetto ai precedenti, tante squadre si sono rinforzate e sarà difficile”.

LEGGI ANCHE >>> Verona-Inter, scintille tra allenatori | Ecco cosa è successo

Calciomercato Inter, Conte: “Il club decide cosa si può fare”

MERCATO – “A me non spetta chiedere, a me spetta fare valutazioni come fatte quest’estate. Poi c’è la proprietà, c’è il club che, anche in base alle possibilità, decidere quello che si può fare o no. Io posso fare delle valutazioni, spesso concordano con i dirigenti, poi bisogna affrontare determinate situazioni ed accettare queste situazioni. Cedere? Questo non lo so, sicuramente ci rivedremo – come succede in tutte le squadre – e saranno fatte le valutazioni. Quest’estate quel che non si è potuto fare non si è fatto, noi continuiamo a lavorare”.

COSA MANCA – “Noi dovremo lottare per vincere, a prescindere da cosa manca. Questa è la storia dell’Inter. Poi ne vince una sola ma noi dovremo lottare lo stesso”.

IMPORTANZA VITTORIA – “Siamo comunque nelle posizioni alte della classifica, siamo in serie positiva e questo deve farci convinzione. Il campionato italiano quest’anno è ancora più difficile, bisogna stare sempre sul pezzo”.

LUKAKU – “Romelu è un calciatore come gli altri. E’ giusto non dargli responsabilità eccessive, siamo contenti di lui. Oggi è stato importante come Lautaro: sono contento per lui perché gli attaccanti quando non fanno gol per un po’ di tempo vanno in ansia. Oggi ha fatto una grande partita, sono contento per il gol ora ci godiamo questi giorni di riposo. E’ giusto staccare la spina e poi ripartire ancora più pronti”.