PAGELLE E TABELLINO VERONA-INTER | Lautaro si sblocca, Handanovic horror

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:28

Le pagelle dei protagonisti e non del match Verona-Inter valevole per la quattordicesima giornata di Serie A e andato in scena allo stadio ‘Bentegodi’

L’Inter supera il Verona centrando la settima vittoria consecutiva. Grazie a Lautaro Martinez e Skriniar i nerazzurri sorpassano il Milan in testa alla classifica, impegnato stasera contro la Lazio, staccando la Juventus di ben nove punti. Insomma sarà un bel Natale per Conte…

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter e Milan, ESCLUSIVO | Conte vuole la ‘bestia nera’ di Ibrahimovic

Le Pagelle di Verona-Inter

VERONA

Silvestri 6 – Risponde presente alla conclusione ravvicinata di Lautaro. Non può nulla sulla girata dell’argentino che vale l’uno a zero e sul colpo di testa di Skriniar all’angolino.

Dawidowicz 6,5 – Out per infortunio dopo mezz’ora di alto livello. (Dal 30′ Lovato 4 – Concede troppo spazio a Lautaro nell’azione del gol. Errore imperdonabile in una gara che per lui poteva valere molto in ottica mercato. Fuori pure lui per infortunio. Dal 58′ Gunter 6 – Entra in un momento di pressione dell’Inter, non ne esce però con le ossa rotte)

Magnani 6,5 – Nel primo tempo Lukaku non lo supera quasi mai. Nel secondo il belga riesce a prendersi il suo spazio.

Ceccherini 5,5 – Dei difensori quello che dà meno certezze, specie nell’uno contro uno.

Faraoni 6,5 – Parte forte, poi si spegne riprendendo a macinare nella ripresa.

Tameze 5 – Qualche buona sortita, in generale un po’ pigro. Si perde Skriniar.

Veloso 5 – Fatica nel rincorrere, a stare in partita.

Dimarco 5,5 – Nel primo tempo si fa ipnotizzare da Handanovic. Chance sprecata al termine di una grande azione partita dai suoi piedi. Sull’azione del gol di Lautaro fa crossare Hakimi con troppa facilità. Il marocchino, quando entra in partita, gli fa girare la testa. A poco dal termine sfiora il gol su punizione

Zaccagni 5 – Il tacco a liberare Dimarco è da campione. Altre giocate a sprazzi. (Dal 52′ Lazovic 5 – Non fa meglio di Zaccagni).

Colley 6 – Va a sbattere contro se stesso, ma gioca con generosità. (Dal 52′ Ruegg 5,5 – Si fa vedere poco)

Salcedo 6,5 – Prova coraggiosa, prende un calcio in testa che lo costringe a salutare all’intervallo. (Dal 45′ Ilic 7 – Incisivo e importante sul piano tattico. Non perdona, alla Inzaghi, l’orrore di Handanovic)

All. Juric 6,5 – Squadra a sua immagine e somiglianza, che non molla mai nonostante gli infortuni a gara in corso e i grossi limiti. Alla fine soccombe perché inferiore.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, ESCLUSIVO: Nuno Mendes all’Inter, ecco come stanno le cose

INTER

Handanovic 3 – Mura Dimarco evitando un gol quasi già fatto, poi il paperone che regala a Ilic e al Verona il momentaneo pari.

Skriniar 7 – Esce bene su Zaccagni, lavorando più da terzino che da centrale. Difficile dargli colpe sul dopo-papera di Handanovic, ne resta spiazzato. Si riscatta, in ogni caso, siglando con un bel colpo di testa una rete pesante.

De Vrij 6 – Per lui ordinaria amministrazione.

Bastoni 6 – Si vede poco in fase di avvio. Finale però in crescendo.

Hakimi 7 – Primo tempo anonimo, a inizio secondo serve un cioccolatino a Lautaro che l’argentino trasforma in gol. Crea il panico.

Barella 7 – Sempre il più intraprendente e quello più picchiato. Una garanzia.

Brozovic 6,5 – Gli uno-due dei ‘fantasisti’ del Verona lo mettono in difficoltà. Bello il cross per la testa di Skriniar.

Young 4 – Irritante. Perde in malo modo il duello con Faraoni, quello che poi porta al pari di Ilic.

Lautaro Martinez 7,5 – Torna al gol, e che gol, dopo un mese. Prova di qualità, dopo la rete è più libero di mente e le gambe viaggiano. (Dall’86’ Gagliardini s.v.)

Lukaku 6,5 – Gara di sacrificio, molto al servizio della squadra. Nel finale gli manca concretezza.

Perisic 5 – Non riesce inquadrarsi nel tridente, si fa notare solo in un contropiede. (Dal 69′ Vidal 6,5 – Entra subito in partita, col piglio giusto e umiltà).

All.Conte 7 – Il passaggio al 3-4-3 ha un senso, anche se per una buona mezz’ora produce poco a livello offensivo. In generale si è rivista un’Inter non brillantissima, ma solida e unita. Settima vittoria consecutiva e primato momentaneo, comunque vada Milan-Lazio il 2020 per lui finisce alla grande. Aspettando rinforzi dal mercato…

Arbitro Giacomelli 7 – Il cartellino sempre pronto, ma tutti giusti.

LEGGI ANCHE >>> Alla scoperta di Gabriel Sara | Mezzo milione di rimpianti per Inter, Milan e Roma

TABELLINO

Verona-Inter 1-2
51′ Lautaro, 62′ Ilic, 68′ Skriniar

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Dawidowicz (30′ Lovato; 58′ Gunter), Magnani, Ceccherini; Faraoni, Tameze, Veloso, Dimarco; Zaccagni (52′ Lazovic), Colley (52′ Ruegg); Salcedo (45′ Ilic). All.: Juric

Inter (3-4-3): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Young; Lautaro Martinez (86′ Gagliardini), Lukaku, Perisic (69′ Vidal). All.: Conte

Arbitro: Giacomelli di Trieste
Var
: Calvarese
Ammoniti: Dawidowicz, Brozovic, Zaccagni, Dimarco, Magnani, Bastoni, Skriniar
Note: 3′ recupero pt; 3′ st