Milan-Lazio, Pioli: “Inter e Juve favorite per lo scudetto. Su Rebic e Tonali…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30
Conferenza Pioli Milan Lazio
Conferenza Pioli (screenshot)

Stefano Pioli presenta Milan-Lazio, ultima gara del 2020 dei rossoneri. Le sue dichiarazioni in conferenza stampa

Il 2020 del Milan si chiude con un big match ed un altro importante banco di prova. Domani sera, alle ore 20.45, i rossoneri ospiteranno la Lazio di Simone Inzaghi per chiudere l’anno in vetta alla classifica di Serie A. Calciomercato.it vi offre la diretta testuale della conferenza stampa di Stefano Pioli.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE!

TIFOSI – “Per noi il loro supporto è fondamentale. Non ci fanno mai mancare l’affetto. Purtroppo non possono venire allo stadio, ma ci ha fatto molto piacere il sostegno che ci hanno mostrato a Milanello. Li sentiamo vicini”.

LAZIO – “Affrontiamo una squadra che ha fatto una grandissima partita col Napoli, vincendo meritatamente. Ha un enorme potenziale offensivo e per noi sarà importante avere lo steso atteggiamento di domenica scorsa”.

VALORE SFIDA – “Vale tanto. Alla squadra sto ripetendo che abbiamo lavorato tanto, stretto i denti ma ora dobbiamo fare l’ultimo sforzo. Giochiamo contro una squadra forte, il gruppo c’è al di là delle assenze. Vogliamo fare la nostra partita, giocando al massimo delle nostre possibilità”.

SOCIETA’ – “Conosciamo le nostre qualità. Prima ci siamo sentiti con tutte le componenti del club e c’è grande orgoglio da parte di tutti. C’è una società solida dietro il lavoro che stiamo facendo. Sono orgoglioso di far parte di questo club”.

SCONTRI DIRETTI – “Tutte le partite della passata stagione in cui abbiamo battuto chi c’era davanti in classifica ci hanno dato convinzione e fiducia. La gara dell’Olimpico, che fu molto difficile, è stato un passaggio importante. Ma noi cerchiamo conferme partita dopo partita, cercheremo di chiudere bene la prima parte della stagione. Non pensiamo solo al futuro, solo a domani. Sappiamo di essere una squadra forte, ne siamo consapevoli”.

CLASSIFICA – “È importante dare il massimo per vincere la partita, senza guardare la classifica. Giochiamo 95 minuti con dedizione, convinzione, spirito e volontà. Poi valuteremo cosa abbiamo fatto di buono e cosa meno”.

SCUDETTO – “Ogni squadra ha le sue caratteristiche, il suo modo di stare in campo, le sue qualità. Noi abbiamo le nostre, stiamo cercando di svilupparle ancora meglio. Abbiamo margini di miglioramento, guardiamo in casa nostra, al nostro lavoro. Inter e Juventus sono favorite, noi dobbiamo pensare a fare del nostro meglio fino alla fine”.

TONALI E REBIC – “Oggi stavano abbastanza bene, ma fondamentale sarà la rifinitura di domattina. Fino a domani non abbiamo certezze”.

ASSENZE – “Coperta corta? Assolutamente no. Le ultime prestazioni mi hanno convinto che il club mi ha messo a disposizione una rosa forte, giovane ma forte. Chiunque risentirebbe di 5-6 assenze. Dopo la sosta mi auguro di poter riavere a disposizione qualche giocatore. Ma posso contare sui miei giocatori, grazie a loro stiamo ottenendo risultati importanti”.

LEAO – “Nessun giocatore al mondo, a 20-21 anni, può aver raggiunto la piena maturità calcistica. Deve pensare più al gol, sentirsi più attaccante, entrare in area con più convinzione in ogni situazione. Ma tutti possono crescere. L’importante è non fare passi indietro, magari faremo altri errori su altre situazioni e ci lavoreremo”.