Genoa-Milan, Pioli: “Stringiamo i denti. Fatte cose che nessuno si aspettava”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:18
Stefano Pioli

Stefano Pioli commenta la prestazione del suo Milan dopo il pareggio col Genoa

Il Milan viene fermato dal Genoa al Luigi Ferraris: un 2-2 che vede come protagonista Mattia Destro e la sua doppietta, che supera Donnarumma, costretto ad affidarsi alla rimonta firmata Calabria e Kalulu. A commentare il risultato, che permette ai rossoneri di restare primi, ma con un solo punto di vantaggio sull’Inter, è Stefano Pioli ai microfoni di ‘SkySport’: “Non molliamo mai, poi è normale che non possiamo andare sempre a mille. La partita è stata difficile sia per il Genoa che per il terreno, che non era messo benissimo. Nel primo tempo avevamo avuto le occasioni per cambiare la partita e sicuramente dal punto di vista tattico sarebbe andata diversamente. Non volevamo perderla e sicuramente è stata un’ottima prestazione. Nelle ultime partite stiamo lasciando andare qualcosa, ma miglioreremo e le studieremo”.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Genoa-Milan 2-2: Kalulu salva il primato dei rossoneri

Genoa-Milan, Pioli: “Stringiamo i denti”

pagelle Genoa-Milan
Genoa-Milan (Getty Images)

Sul possibile approccio sbagliato alla gara: “L’unico approccio sbagliato in questa stagione l’ho visto col Parma, nei primi minuti. Stasera invece siamo andati bene, perché le partite vengono decise dagli episodi: era una partita equilibrata, perché loro hanno preparato bene la sfida, hanno chiuso bene le fasce laterali e anche quelle centrali a volte, quindi il nostro gioco è stato arginato. Abbiamo provato fino alla fine a vincere, abbiamo avuto qualche occasione per vincerla, ma non ce l’abbiamo fatta. La qualità delle nostre prestazioni è stata alta, poi è ovvio che più giocatori importanti si hanno meglio è: ogni singola partita segniamo due gol, al di là delle assenze, il che significa avere tante armi a disposizione. Meglio sarà quando saremo tutti, ma siamo abituati a questa situazione”.

LEGGI ANCHE >>> PAGELLE E TABELLINO GENOA-MILAN 2-2: Destro torna bomber! Kalulu croce e delizia!

Sul possibile Scudetto finale: “Ho già detto a Ibrahimovic che non vorrei essere uno dei suoi figli. Noi siamo ambiziosi, lui parla di ‘sogno Scudetto’ e noi vogliamo pensarci. Però dobbiamo pensare che la Juventus vince da nove anni, l’Inter è arrivata a un punto dai bianconeri e si è rinforzata: noi vogliamo essere ambiziosi, ma loro sono sicuramente i favoriti. Stiamo facendo qualcosa di inaspettato che nessuno, forse solo noi a Milanello, pensava fosse possibile. La viviamo con grande entusiasmo ed energia: mettiamo in campo tutte le nostre qualità e cerchiamo a fare le nostre valutazioni a fine anno”.