Champions League | Come giocano le avversarie di Juventus, Atalanta e Lazio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:52
Bayern Monaco (getty images)

Juventus, Lazio e Atalanta hanno conosciuto questa mattina le avversarie di Champions League. Ecco come giocano 

La Champions League entra nella fase calda dopo aver ultimato la fase a gironi che ha visto avanzare tre delle quattro squadre italiano in gara. Out l’Inter, avanzano Juventus, Lazio e Atalanta che questa mattina hanno conosciuto le proprie avversarie per gli ottavi di finale. Non male il sorteggio dei bianconeri di Pirlo che incroceranno il Porto secondo nel gruppo del Manchester City, mentre molto peggio è andata a Lazio e Atalanta che affronteranno rispettivamente Bayern Monaco e Real Madrid.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YOUTUBE

LEGGI ANCHE >>>Ottavi Champions League, la Juventus pesca il Porto. Lazio e Atalanta con Bayern e Real

Champions League, dal Bayern Monaco al Porto: ecco come giocano le avversarie delle italiane

Fc Porto (getty images)

La vittoria per 3-0 contro il Barcellona nell’ultimo turno della fase a gironi è valsa alla Juventus un accoppiamento non particolarmente complesso con il Porto per la prossima fase. Evitati gli spauracchi Atletico Madrid e Lipsia i bianconeri di Pirlo affronteranno quindi i lusitani, secondi del gruppo del City e capaci comunque di abbinare un ottimo mix di giovani di talento e veterani. In panchina una vecchia conoscenza del calcio italiano, Sergio Coincecao, ex calciatore di Parma e Lazio tra le altre, pronto a giocare un tiro mancino ai piemontesi.

Tra i calciatori di maggiore esperienza spicca il lusitano Pepe, vincitore già della competizione con il Real, oltre al centravanti Marega, spesso accostato anche alla Serie A. Tra i talenti più interessanti ci sono invece Uribe, Oliveira e soprattutto Luis Diaz, autentica rivelazione della Champions del Porto. 4-2-3-1 sulla carta per i biancoblu capaci però di mettere in mostra anche altri abiti tattici, dal 4-4-2 al 4-3-3 per una doppia sfida che è meno semplice di quanto si possa pensare.

PORTO (4-2-3-1): Marchesin; Manafa, Mbemba, Pepe, Sanusi; Sergio Oliveira, Uribe; Corona, Otavio, Luis Diaz; Marega.

Molto peggio comunque è andata alla Lazio che ha pescato i campioni d’Europa del Bayern Monaco. I bavaresi non hanno bisogno di presentazioni dopo un 2020 praticamente da incorniciare tra Germania e Champions. La squadra di Flick ha pochissimi difetti, un organico estremamente profondo e completo in ogni reparto. La stella assoluta è Robert Lewandowski ma vanno tenuti d’occhio anche i vari Coman, Gnabry, Kimmich e Goretzka, assolutamente fondamentali nella cavalcata dello scorso anno. Il tecnico teutonico può ribaltare a piacimento il proprio undici titolare in virtù di una rosa profonda come nessun’altra.

BAYERN (4-2-3-1): Neuer; Pavard, Boateng, Alaba, Hernandez; Kimmich, Goretzka; Gnabry, Muller, Coman; Lewandowski

Real Madrid (getty images)

Chiude il quadro il solito Real Madrid di Zinedine Zidane. I ‘blancos’ sono stati anche ad un passo dal baratro prima di ribaltare le sorti di un girone complicato portando a casa il primo posto. Sfida da brividi con l’Atalanta corsara a Liverpool e pronta a vivere una nuova notte da sogno. Di fronte non c’è più il Real di CR7 e delle tre Champions di fila ma come già dimostrato contro l’Inter gli spagnoli sono duri a morire e presentano ancora un organico di tutto rispetto tra vecchie volpi della competizioni e calciatori più giovani.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Atalanta, Gomez attacca Gasperini | Ecco dove può andare

Su tutti Sergio Ramos, Modric e Benzema, autentica spina dorsale del Madrid che non può prescindere da questi tre uomini. Per il resto Zidane ha variato molto alla ricerca di una quadra ancora non del tutto perfezionata, motivo per cui è complicato individuare un 11 tipo del Real che riparte dalle vecchie certezze in attesa di trovarne di nuove.

REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Ramos, Varane, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Vinicius, Benzema, Hazard/Rodrygo