PAGELLE E TABELLINO SPARTA PRAGA-MILAN 0-1: Magia di Hauge, Dalot da rivedere!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:55
Hauge Sparta Milan pagelle
Hauge (Getty Images)

Pagelle e tabellino del primo tempo di Sparta Praga-Milan, match valido per l’ultimo turno della fase a gironi di Europa League

Il Milan chiude il primo tempo avanti grazie ad una super rete di Hauge. Nel secondo lo Sparta Praga ci prova ma senza tanta convinzione. I rossoneri calano ma riescono a portare a casa una vittoria che vale il primo posto grazie al ko inatteso del Lille in Scozia.

Ecco i voti:

SPARTA PRAGA
Heča 6 – Non può nulla sul gol di Hauge. Il Milan poi lo impegna davvero poco e strappa così la sufficienza.
Vitík 5 – Hauge e Dalot sono clienti scomodi, soprattutto il primo,  e fatica non poco a contenere le avanzate rossonere.
Plechatý 4,5 – Perde il duello con Colombo e poi stende Leao con un fallo da dietro che lascia in dieci i suoi compagni.
Lischka 5,5 – Dietro, i cechi faticano a contenere gli avversari. Non si salva nemmeno il classe 1997 di fronte a Castillejo.
Wiesner 5 – Hauge non lo prende mai. Il norvegese gli scappa da tutte le parti.
Sáček 5 – Risulta spesso falloso, va subito in affanno. Dall’81 Krejčí s.v.
Souček 6 – Mostra una qualità superiore rispetto al resto della squadra ma i compagni non lo aiutano.
Karabec 5 – Fatica non poco ma avrà tempo per crescere, essendo solo un 2003. Dal 45′ Krejčí 5 – Fa meglio del compagno ma ha la palla buona per l’1-1 che tira addosso a Tatarusanu.
Polidar 5,5 – Il Milan spinge più dall’altra parte e ha così modo di farsi vedere. Manca di continuità.
Minchev 5 – Partita complicata la sua. Sparisce tra le maglie della difesa rossonera. Dal 65′ Julis – s.v.
Plavšić 6 – Nel primo tempo è l’unico a mettersi in mostra con una splendida giocata. Anche  nel secondo appare il più vivace prima dell’infortunio. Dal 64′ Karlsson 5 – Da un apporto importante alla manovra offensiva ma spreca nel finale la palla del pari.
All.: Kotal 5,5 – Tanto turnover anche per il suo Sparta, che tiene in apprensione il Milan fino alla fine.

MILAN
Tătăruşanu 7 – Și oppone alla grande su Krejčí e appare sicuro in uscita. Poi compie un miracolo su Karlsson

Conti 6 – Dopo un buon inizio in sicurezza fatica a dare continuità alla sua azione, risultando spesso falloso.

Duarte 6,5 – Non giocava una partita da titolare da più di un anno. L’avversario è modesto ma non sbaglia nulla.

Kalulu 7 – Nel primo tempo gioca come un veterano. Perfetto negli anticipi e anche sulle palle alte. Spesso mette una pezza agli errori dei compagni come il miglior Kjaer. Sorprendente.

Dalot 5,5
– La sensazione è che giochi meglio sulla sinistra anziché a destra. Non sarebbe il primo caso di un terzino a piede invertito. Dietro si perde Krejčí che sfiora il gol. Cala con l’andare del match e rischia grosso nel finale perdendosi Karlsson.

Krunic 5,5 – Nonostante l’avversario modesto di fronte non riesce a imporsi. Il ruolo di mediano davanti la difesa non è proprio il suo.

Tonali 6,5 – La condizione cresce così come la sicurezza nei propri mezzi. Mostra una grande visione di gioco con un passaggio sublime per Castillejo.

Castillejo 5,5 – Corre tanto ma spesso è impreciso. Ha delle buone occasioni che spreca.

Maldini 6 – La qualità è davvero tanta ma si accende ad intermittenza. Il giocare poco di certo non lo aiuta. Un prestito potrebbe certamente essere un’ottima soluzione. Dal 79′ Kessie s.v.

Hauge 7,5
– Ci ha preso gusto il giovane norvegese, che realizza ancora un super gol. Tunnel a Wiesner e tiro vincente, che decide il match, sul secondo palo. Dal 91′ Brahim s.v.

Colombo 6 – Fa a sportellate con i difensori avversari. Riesce a far valere il suo fisico, giocando di sponda per la squadra. Dal 67′ Leao 6 – Mette minuti nelle gambe in vista di una possibile maglia da titolare in campionato. Risulta decisivo, causando l’espulsione di Plechatý.

All.: Pioli 7 – Rivoluziona la squadra, affidandosi ad un massiccio turnover. La risolve Hauge e arriva un’insperata qualificazione da prima della classe.

Siebert 5 – Gestisce male i cartellini. Manca qualche giallo e il rosso a Plechatý appare un po’ esagerato. Il tocco di mano nel finale di Hauge farà certamente discutere.

TABELLINO
SPARTA PRAGA-MILAN 0-1

SPARTA PRAGA (3-5-2): Heča; Vitík, Plechatý, Lischka; Wiesner, Sáček, Souček, Karabec, Polidar; Minchev, Plavšić. A disp.: Niță, Holec; Moberg-Karlsson, Krejčí, Hanousek, Vindheim, Trávník, Krejčí, Gabriel, Ryneš. All.: Kotal.

MILAN (4-2-3-1): Tătăruşanu; Conti, Duarte, Kalulu, Dalot; Krunić, Tonali; Castillejo, Maldini, Hauge; Colombo. A disp.: A. Donnarumma, Moleri; Calabria, Gabbia, Hernández, Musacchio; Díaz, Kessie, Mionić; Leão, Rebić. All.: Pioli.

AMMONITI: 15′ Sáček (S), 35′ Krunic (M), 45′ Polidar (S), 49′ Maldini (M), 78′ Heča (S), 84′ Castillejo (M)
ESPULSIONI: 78’Plechatý (S)
GOL: 22′ Hauge (M)
Arbitro: Siebert (GER).