Sampdoria-Milan, Ranieri: “Loro padroni del campo, mossi da spensieratezza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:20
Claudio Ranieri perde Keita
Claudio Ranieri (Getty Images)

Il tecnico dei blucerchiati commenta l’esito della gara contro il Milan

La Sampdoria esce sconfitta dal campo del Ferraris contro il Milan: Claudio Ranieri, al termine della partita, ai microfoni di ‘SkySport’ commenta la prestazione dei blucerchiati, in debito di risultati nelle ultime cinque uscite in campionato: “L’anno scorso c’erano troppi rigori e non andava bene, quindi direi che l’episodio dubbio del finale va bene non averlo fischiato. Il rigore che abbiamo subito nel primo tempo era giusto: inizialmente pensavo ci fosse carica su Jankto, poi mi sono reso conto che non era così”.

“Non volevano dare profondità al Milan, perché loro sono in un momento in cui riescono a far succedere tutto, riescono a fare controlli ad alta velocità e non volevo farli ripartire. Però nelle uscite siamo stati un po’ disuniti e nel secondo tempo siamo riusciti ad avere una buona reazione: non dico che avremmo meritato, perché loro sono stati padroni del campo per larghi tratti, ma nella ripresa il risultato è stato aperto”.

LEGGI ANCHE >>> Serie A, Sampdoria-Milan 1-2: Kessie-Castillejo, Pioli non si ferma

Sampdoria-Milan pagelle
Milan (Getty Images)

Sampdoria-Milan, Ranieri: “Loro padroni del campo”

Debito di punti per i blucerchiati, che ora perde tre giocatori: “Bisogna ripartire dal secondo tempo. Abbiamo fatto degli acquisti per non soffrire come l’anno scorso e siamo partiti con dieci punti, dopo tre partite importanti e un pareggio, ma dobbiamo reagire, altrimenti finisce come l’anno scorso, in cui eravamo sempre sott’acqua. Adesso ci toccano Napoli e Verona, due trasferte difficile. Bereszynski ha un problema al bicipite femorale e capiremo cos’è successo. Gabbiadini ha risentito un dolore al problema che lo ha tenuto fermo da inizio campionato e speriamo possa svanire già domani. Augello ha avuto dei crampi ed è strano perché lui è un corridore eccellente, ma è un problema da poco”.

Un commento sul Milan: “Difficile dire se sono i più forti del campionato, ma giocano bene, giocano a memoria, si muovono in maniera sincronizzata proprio per rompere la linea difensiva. Hanno giocato poche ore fa, ma non si è visto: atleticamente stanno bene. C’è la spensieratezza della gioventù che li aiuta, fanno cose che quando sei esperto non fai, invece i ragazzi lottano, corrono e se qualcuno perde la testa hanno Ibrahimovic e Pioli che li rimettono subito in riga”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE 

Sampdoria-Milan, Pioli: “Vogliamo vincerle tutte. Al mercato non ci penso”

PAGELLE E TABELLINO SAMPDORIA-MILAN 1-2: Romagnoli-Castillejo decisivi! Quagliarella-Diaz flop!