PAGELLE E TABELLINO SAMPDORIA-MILAN 1-2: Romagnoli-Castillejo decisivi! Quagliarella-Diaz flop!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:44
Sampdoria-Milan pagelle
Milan (Getty Images)

Pagelle e tabellino del primo tempo di Sampdoria-Milan, match valido per il decimo turno di Serie A

Il primo tempo si chiude con il Milan in vantaggio grazie ad un rigore trasformato da Kessie. Nel secondo Castillejo trova il raddoppio ma i rossoneri soffrono fino alla fine dopo il gol della Sampdoria con Ekdal. A Genova, però, termina 2-1 per i rossoneri che restano in testa alla classifica.

Ecco i voti:

SAMPDORIA
Audero 6 – Non ha davvero nessuna colpa in occasione dei due gol subiti.
Bereszyński s.v. Dal 18′ Colley 5,5 – E’ buona la prova del centrale ma in occasione del secondo gol rossonero non è esente da colpe.
Ferrari 5,5 – Salva su Rebic, poi è costretto a giocare sulla fascia per l’infortunio di Bereszyński e le cose si complicano. Si fa saltare troppo facilmente in occasione del secondo gol.
Tonelli 6,5 – Nel primo tempo è il vero protagonista, sfiora il gol di testa e poi fa un salvataggio sulla linea.
Augello 5 – L’accoppiata Saelemaekers-Calabria lo manda in tilt. Dall’81 Leris s.v.
Jankto 5 – Non si fa mai vedere in avanti per tutti i 45 minuti. Allo scadere della prima frazione è ingenuo nel saltare con le braccia aperte. Rigore netto. Dal 45′ Damsgaard 6 – Il suo ingresso in campo non incide come successo in altre occasioni ma alla fine è suo l’assist per Ekdal.
Thorsby 5 – Perde il duello con Kessie a centrocampo. Ha la palla buona per l’1 a 1 ma colpisce male di testa.
Silva 5 – E’ il centrocampista con maggiore esperienza in campo ma non si vede. Ranieri lo sostituisce giustamente. Dal 45′ Ekdal 6,5 – La Sampdoria aumenta i giri del motore anche grazie al suo ingresso in campo. Riapre una partita che sembrava chiusa.
Candreva 6 – Ciò di buono che fa la Sampdoria passa quasi sempre dai suoi piedi. La tirata di orecchie a Tonali poteva costare cara.
Gabbiadini 5 – Partita incolore per l’attaccante italiano. Non si rende mai pericoloso, non dando mai una mano ai compagni. Dal 57′ La Gumina 5,5 – Non riesce a mettere in difficoltà la difesa rossonera.
Quagliarella 5 – Match complicato per l’esperto attaccante. Lotta e prova a far salire la squadra ma i centrali rossoneri lo chiudono bene.
All. Ranieri 6 – La sua Sampdoria non molla e fino all’ultimo tiene in apprensione il Milan. I cambi, ancora una volta, sono quelli giusti.

MILAN
Donnarumma 6,5 – Fa una buona parata ad inizio match su Tonelli, quasi fa il miracolo su Ekdal ma la prende da dentro la porta.
Calabria 6,5 – Ancora una prova attenta in difesa. Si propone con i giusti tempi in avanti, dialogando perfettamente con Saelemaekers. Serve un pallone d’oro nel finale che Rebic non sfrutta.
Gabbia 7  – L’assenza di Kjaer non si sente e parte del merito è suo. Funziona alla perfezione l’intesa con Romagnoli.
Romagnoli 7 – Il capitano dimostra di aver superato il periodo negativo e guida la difesa con interventi precisi.
Theo Hernández 6,5 – Da una sua iniziativa in avanti nasce il rigore che sblocca il match. E’ il solito treno sulla fascia.
Tonali 6,5 – Qualche errore di troppo in fase di impostazione nel primo tempo, poi ad inizio ripresa sfiora il gol, colpendo il palo e la sua prestazione cresce tanto, soprattutto in fase di interdizione.
Kessie 6,5 – Dal dischetto stavolta non sbaglia. I ritmi sono più bassi, un po’ come per tutto il Milan, ma la sua presenza in mezzo al campo è fondamentale.
Saelemaekers 6 – Può diventare un grande giocatore ma dovrà migliorare tanto quando è vicino la porta. Il suo modo di interpretare la partita è comunque troppo prezioso per questo Milan. Dal 76′ Castillejo 7 – Al primo pallone toccato la butta dentro. E’ bravo a farsi trovare pronto su assist di Rebic.
Diaz 5 – Primo tempo da dimenticare per il talento spagnolo, che sbaglia tutte le giocate. Sostituzione inevitabile. Dal 45′ Hauge 6,5 – Si mostra più vivo del compagno, anche se delle volte è impreciso. Il secondo gol del Milan nasce da una sua iniziativa di pregevole fattura.
Çalhanoglu 6 – Spostato al centro entra maggiormente nel vivo dell’azione. Dà una mano in fase difensiva ma nel finale appare stanco. Dal 91′ Krunic s.v.
Rebić 6 – Sbaglia davvero troppo sotto porta e per un attaccante non è ammesso. Si sacrifica tantissimo ma non basta: senza i suoi gol il Milan soffre fino alla fine. Si fa perdonare  servendo l’assist a Castillejo, prima di sbagliare ancora una clamorosa occasione.
All. Pioli 6,5 – Mancano davvero tante pedine importanti e i cambi lo dimostrano ma alla fine il suo Milan vince e può continuare a sognare.

Calvarese 5.5 – Giusto il rigore per il Milan. La Sampdoria protesta in due circostanze: per un tocco di mano di Gabbia, che però prima colpisce di petto, e quando entrano in contatto Romagnoli e Damsgaard. Su quest’ultimo episodio c’è qualche dubbio in più. Mancano almeno un paio di cartellini gialli.

TABELLINO
Sampdoria-Milan 1-2

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszyński, Ferrari, Tonelli, Augello; Candreva, Thorsby, Silva, Jankto; Gabbiadini, Quagliarella. A disp.: Letica, Ravaglia; Colley, Yoshida, Regini, Rocha; Askildsen, Damsgaard, Léris, Ekdal, Verre; La Gumina, Ramírez. All.: Ranieri.

MILAN (4-2-3-1):G. Donnarumma; Calabria, Gabbia, Romagnoli, Theo Hernández; Tonali, Kessie; Saelemaekers, Díaz, Çalhanoğlu; Rebić. A disp.: A. Donnarumma, Tătăruşanu; Conti, Dalot, Duarte, Kalulu; Castillejo, Hauge, Krunić, Mionić; Colombo, Maldini. All.: Pioli.

Arbitro: Calvarese di Teramo
AMMONITI: 5′ Kessie (M), 26′ Silva (S), 47′ Jankto (S)
ESPULSI:
GOL: 45′ Kessie su rigore (M), 77′ Castillejo (M), 81′ Ekdal (S)