Sampdoria-Milan, Pioli: “Ho parlato con Ibrahimovic. Sugli infortuni…”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:52
Pioli conferenza
Pioli conferenza

Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa in vista della partita tra Sampdoria e Milan in programma domani sera

Non conosce riposo il Milan di Stefano Pioli. Il tecnico rossonero parla in conferenza stampa per presentare la partita tra Sampdoria e Milan. Diversi temi di cui il tecnico è pronto a discutere: da Zlatan Ibrahimovic alla volontà di restare in testa alla classifica. Ecco la conferenza stampa, seguita in diretta da Calciomercato.it.

Inizia la conferenza di Pioli: “Siamo ancora a inizio campionato, siamo pronti ad affrontare la partita nella maniera migliore possibile. La squadra è stata brava per ogni partita a trovare le giuste motivazioni. Voglio sempre stare bene sul campo. Siamo consapevoli che tutti gli sforzi che ognuno di noi servono per ottenere i successi che vogliamo. E’ solo la decima partita. Abbiamo intenzione di dominare sul campo”.

Continua il tecnico: “Ai miei dico di giocare bene e essere determinati. Di prepararsi bene, lì fa la differenza. Anche la Sampdoria vorrà vincere. Ci tengo a ringraziare tutto lo staff, dopo la neve di ieri”. Su Rebic: “Sta contribuendo ai successi della squadra. Si sta muovendo bene, ha avuto un infortunio fastidioso. Credo che anche lui voglia tornare al gol”. Milan sottovalutato: “Non so cosa pensino gli altri. Non c’è una via di mezzo: prima sei da buttare poi un fenomeno. Noi abbiamo voglia di migliorare, abbiamo equilibrio. L’allenamento di oggi è stato perfetto, la preparazione quella giusta. Servirà il miglior Milan per ottenere il massimo”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Sampdoria-Milan, Pioli parla di Ibrahimovic

Pioli Ibrahimovic (getty images)
Pioli Ibrahimovic (getty images)

Su Ibrahimovic e la sua permanenza: “Cerco di essere molto diretto con lui. Gli ho detto che per quello che aveva dimostrato e il percorso non sarebbe stato giusto interromperlo. Gli ho detto di pensarci bene. Abbiamo fatto di tutto per fargli cambiare idea e siamo contenti che lui l’abbia fatto. Lui è contento e tutti noi lo siamo“. Su Ferrero: “E’ normale che siamo un obiettivo per tutti, ma anche loro per noi”.

Su Hauge: “Siamo stati bravi e fortunati. Può crescere ancora tanto, ha qualità. Ci dà caratteristiche importanti, anche se siamo già coperti bene in quel ruolo. Meglio avere tante possibilità. L’importante è che stia dimostrando di stare dentro alla squadra”.

Su Brahim Diaz: “Quando faccio le scelte voglio sfruttare al meglio le loro caratteristiche. Lui e Calhanoglu sono due trequartista, uno centro-destra e l’altro centro-sinistra. Se giocano insieme sono preferibili queste posizioni”. Sul falso nove: “A volte anche quando gioca Ibrahimovic giochiamo senza centravanti e con tanti inserimenti e movimenti“.

Pioli continua: “Siamo sempre stati bravi a portare qualcosa di buono per la nostra crescita in ogni partita. Quando abbiamo sbagliato qualcosa abbiamo pagato a caro prezzo. Non bisogna avere cali di tensione. Anche quando vai sotto, puoi continuare a lavorare da squadra. Questo può portare una mentalità da grande squadra”.

Per seguire e interagire in DIRETTA sulle ultime di Calciomercato ISCRIVITI al canale YouTube

Sampdoria-Milan, la conferenza dell’allenatore rossonero: infortuni e Theo Hernandez

Pioli (getty images)
Pioli (getty images)

Sugli infortuni: “Sicuramente Leao, Kjaer e Ibrahimovic non ci saranno domani. Kjaer è da rivalutare tra una settimana e lì avremo le idee più chiare. Lui voleva essere presente, ma ora rifiaterà e tornerà il prima possibile. Musacchio ha avuto un infortunio lungo e importante, ma sta per tornare. Si sta avvicinando al ritorno”.

Su Theo Hernandez: “E’ già ad altissimi livelli. Deve continuare questo percorso di crescita. Ha approcci giusti, ma può ancora avere miglioramenti importanti“. A proposito della crescita della squadra: “Sono sempre stato convinto dei miei ragazzi, ma da qui a pensare che avremmo ottenuto questi risultati ce ne passa. Siamo un gruppo volenteroso e vogliamo provare a essere ambiziosi. Ancora non abbiamo vinto nulla. La squadra sta bene fisicamente e mentalmente. Ho a che fare con giocatori molto professionali. Sentiamo la fatica come tutte le avversarie. La squadra corre e sta bene in campo sotto il punto di vista tattico”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> CMIT TV – Milan, Kjaer l’insostituibile: quanto pesa l’assenza del danese