CM.IT TV – ESCLUSIVO Rossi (Ct Ungheria) su Pirlo, Sarri e Dybala

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:45
Marco Rossi, ct dell'Ungheria (Getty Images)

Marco Rossi, Ct dell’Ungheria, ha commentato il momento della Juventus e non solo

Intervenuto alla Tv di Calciomercato.it, Marco Rossi, Ct dell’Ungheria, ha commentato il momento della Juventus dopo la vittoria di ieri sera: “Sicuramente è una presa di coscienza che anche il Ferencavaros può dire la sua anche con avversari più forti. La Juventus ha un po’ sottovalutato l’impegno. Ha iniziato ad andamento lento, non molto concentrata, aggressiva e focalizzata sulle difficoltà che qualsiasi partita a questo livello può presentare. Forse non si aspettavano una squadra organizzata in modo diverso rispetto all’andata, con meno timore reverenziale. Se ti fai spaventare dai nomi degli avversari, hai perso prima di cominciare. Alla fine ha vinto la squadra più forte e che ha creato di più. In generale è sbagliato pensare che alla fase a gironi della Champions arrivino squadrate, io ci andrei cauto a definirle così, perché hanno allenatori preparati e giocatori di un certo livello. Possono sopperire alla differenza tecnica con l’organizzazione”.

LEGGI ANCHE >>> VIDEO CM.IT – Juventus-Ferencvaros, da Morata a Dybala: analisi, top e flop

Marco Rossi, ct dell'Ungheria
Marco Rossi, ct dell’Ungheria

PIRLO – “Sta dimostrando di essere intelligente, di capire i momenti e volta per volta quello che è è più importante. All’inizio mi è sembrato che volesse un po’ stupire con qualcosa che non era nella norma e si è complicato la vita, portando un po’ di confusione tattica e mancanza di risultati. Gradualmente la squadra sta acquisendo automatismi all’interno di un assetto che diventa sempre più definito. Merita la fiducia della Juventus, merita un po’ più di pazienza – prosegue Rossi – La differenza sostanziale è che sembra che Pirlo sia entrato immediatamente in sintonia con ambiente e spogliatoio, viceversa Sarri sotto l’aspetto psicologico e dell’empatia non è stato così bravo. E’ importante avere un giusto approccio con i giocatori ad altissimo livello”.

DYBALA – “Bisogna trovare la collocazione. In questo momento Ronaldo è imprescindibile e Morata lo sta diventando ed è difficile trovare una collocazione tattica per Dybala, giocare con tutti e tre insieme potrebbe creare problemi a livello di equilibri. Lui parte in secondo piano in questo momento, ma alla lunga avrà lo spazio che merita, perché con questo talento e questa classe può diventare fondamentale per la Juve. Con Dybala al top è un bel vantaggio”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, addio PSG | Bianconeri sul campione