Coronavirus, la Spagna corre ai ripari: nuove imposte sui patrimoni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:34
Sanchez Spagna coronavirus
Pedro Sanchez (Getty Images)

Misure anti-crisi da parte del governo spagnolo, che ha annunciato un aumento delle imposte sui patrimoni

Stato di allarme per il coronavirus anche in Spagna, dopo quanto accaduto in Italia. Il primo ministro Pedro Sanchez, insieme al vicepresidente Pablo Iglesias, ha presentato al Governo quello che sarà un progetto di bilancio generale dello Stato, per cercare di arginare la nuova possibile crisi. Grazie a un anticipo di 27.000 milioni di euro da parte dell’Europa, verranno versati 3.064 milioni alla sanità, per un incremento del 151,4%, ma Sanchez ha voluto sottolineare anche l’intervento che riguarda le imposte sul patrimonio.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, da Milano a Torino: proteste, scontri e arresti

Coronavirus, la Spagna corre ai ripari: le ultime

“Aumentiamo di un punto l’imposta su patrimoni di oltre 10 milioni di euro e l’imposta sul reddito delle persone fisiche di oltre 200 mila euro di tre punti”, ha affermato il premier, spiegando che il governo si impegna maggiormente “per una ripresa economica che non lascia nessuno indietro”, stando a quanto riportato da ‘El Pais’. L’obiettivo sarà quello di andare a ricostruire ciò che la pandemia ha tolto al Paese: con l’aumento delle tasse, però, la Spagna sarà ancora di più un paese che, a livello calcistico, spingerà i suoi talenti a guardarsi intorno. Come d’altronde aveva fatto già Cristiano Ronaldo al momento della firma con la Juventus e chissà che non possa essere anche un incentivo al trasferimento di Messi la prossima estate.

Mario Petillo

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE 

Emergenza Coronavirus, Spadafora: “Due settimane fa dovevamo stare zitti” | VIDEO

Coronavirus, Zaia sulla curva: “Non cambierà con questi provvedimenti”