Lazio, la favola di Akpa Akpro | Dalla Serie B al gol in Champions

Il centrocampista della Lazio, arrivato in estate dalla Salernitana, ha segnato al debutto contro il Borussia Dortmund. 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:30
Akpa Akpro (Getty Images)

Il centrocampista della Lazio, arrivato in estate dalla Salernitana, ha segnato al debutto contro il Borussia Dortmund

Dalla Serie B al gol in Champions League. Non si pone limiti e sogna in grande, Akpa Akpro, 28enne ivoriano centrocampista della Lazio. Esordio nella massima competizione europea con tanto di rete decisiva per la vittoria al termine di un inserimento senza palla. Il successo per 3-1 contro il Borussia Dortmund dello scorso martedì all’Olimpico non lo dimenticherà facilmente.

LEGGI ANCHE >>> Borussia Dortmund-Lazio, Inzaghi: “Siamo stati umili. Rinnovo? Le voci corrono”

Lazio, Inzaghi si gode l’esplosione di Akpa Akpro

Juan Daniel Akpa Akpro (Getty Images)

“Congratulazioni, Akpa-Akpro. Sei un esempio da seguire per quelli che pensano di non avere possibilità. Il coraggio, la saggezza e la fede che conducono sempre alla riuscita”, così Didier Drogba si è complimentato con il mediano attraverso i social. Si erano conosciuti in nazionale ai Mondiali del 2014 in Brasile. “Mi disse che ero un uomo vero, perché in campo do tutto. Mi chiese di non cambiare mai. Siamo diventati amici in questo modo”, la rivelazione di Akpa in conferenza stampa alla presentazione. Da quasi disoccupato a protagonista in Champions. Le ultime due stagioni alla Salernitana in Serie B con 62 presenze. In carriera 120 apparizioni in Ligue 1 con la maglia del Tolosa, di cui era capitano. Un curriculum niente male, arricchito con la vittoria la Coppa d’Africa in Guinea Equatoriale nel 2015. Un altro successo ottenuto senza i favori del pronostico.

E pensare che tra l’esperienza francese e quella italiana alla Salernitana per un periodo era rimasto senza squadra. Il presidente Claudio Lotito è un suo estimatore dai tempi non sospetti. Sui social divenne virale un video in cui il patron rimproverava a Ventura, all’epoca allenatore amaranto, di aver sostituito proprio Akpa Akpro. In estate ha partecipato al ritiro di Auronzo di Cadore. Simone Inzaghi gli ha dato una possibilità e lui l’ha sfruttata. Si meritato l’inserimento nella lista della Serie A e della Uefa. Quando è stato chiamato in causa, non ha mai sfigurato. La concorrenza nel mezzo è tanta tra Milinkovic, Luis Alberto, Cataldi, Leiva, Parolo ed Escalante, ma Akpa è abituato alle sfide e ora non ha intenzione di fermarsi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Le pagelle di Lazio – Borussia 3-1: Immobile rapace, Haaland non basta