Sassuolo, Carnevali: “Si può pensare al cambio di format della Serie A”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:36
Carnevali Serie A
Giovanni Carnevali e Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

L’ad del Sassuolo, Carnevali, ha parlato della Serie A e anche della Nazionale a tinte neroverdi: “Squinzi sarebbe immensamente soddisfatto”

Il Sassuolo sta vivendo degli anni d’oro e, nonostante la scomparsa del patron Squinzi un anno fa, il progetto prosegue nel migliore dei modi. Uno dei riscontri maggiori che confermano il grande lavoro svolto fino ad ora dal club emiliano sono i tanti giocatori neroverdi convocati dal CT Mancini in Nazionale. Intervenuto ai microfoni di ‘Radio Sportiva’, l’ad Giovanni Carnevali ha espresso la propria soddisfazione:

“E’ uno stimolo in più a cercare di continuare a far quello che abbiamo realizzato, vedere 3 dei nostri in campo e due ex come Sensi e Acerbi è una grande gran soddisfazione e gioia e ti dà la forza di portare avanti il progetto che da 8 anni consecutivi ci vede in A. Sarebbe stata una soddisfazione immensa per il patron Squinzi vedere i nostri giocatori in Nazionale, è sempre stato il suo sogno. Un anno fa abbiamo perso lui e sua moglie, c’è lo stimolo di portare avanti un progetto disegnato da loro, non è facile per una piazza così piccola riuscire a ottenere determinati risultati, abbiamo la fortuna di avere una famiglia importante alle spalle. Adesso ci sono i figli che portano avanti il progetto ed è la dimostrazione che il Sassuolo è una vera famiglia”

Per restare aggiornato con tutte le news legate al mondo del calcio CLICCA QUI

Sassuolo, Carnevali: “Si al cambio di format della Serie A, ma bisogna essere veloci”

Diretta Sassuolo Cagliari formazioni
De Zerbi @ Getty Images

L’amministratore delegato del Sassuolo non si è fermato solamente alla Nazionale ed al livello raggiunto dal club, ma ha parlato anche delle possibilità che si aprono di fronte alla Serie A come il cambio di format. “In caso estremi si può pensare tutto basta che certe regole vengano determinate velocemente perché arriviamo sempre in ritardo. Credo che determinate situazioni debbano essere gestite da chi ne ha le competenze, da chi viene dal mondo del calcio e non dalla politica perché tante volte sentiamo pareri di persone che non hanno le competenze: è come se mettessero me a fare il virologo. La bolla? In America lo hanno fatto, non è semplice, bisogna studiare prima di arrivarci e forse c’è ancora tempo, ma bisogna essere preparati e l’importante è che determinate regole vengano decise prima e che poi ognuno le debba rispettare”.

Infine, Carnevali non ha disdegnato anche argomenti di mercato come Boga De Zerbi: “Non dobbiamo aver paura nel momento in cui ci chiedono giocatori o allenatori, anche quest’anno il mister aveva delle possibilità è stata una scelta anche sua quella di poter continuare in questo progetto così come da parte dei giocatori, quando c’è questa volontà non diventa difficile portare avanti la nostra idea di tenere tutti quando si crede così nel progetto. Boga a causa del Covid non lo abbiamo mai avuto, fortunatamente ora ha ripreso ad allenarsi da 2 giorni da solo, ma è stato un periodo davvero lungo”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Milan, comunicato UFFICIALE: Gabbia positivo al Covid-19

Bilancio Milan: perdite per 195 milioni. Il club: “Presto vedrete gli effetti degli investimenti”

Juventus: tra Roma, Manchester United e Psg | Deciso il futuro di Paratici