PAGELLE E TABELLINO Juventus-Sampdoria | Kulusevski trascinatore, incubo Tonelli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:38
Dejan Kulusevski (Getty Images)

La Juventus di Andrea Pirlo convince all’esordio in campionato. Tris alla Sampdoria con le reti firmate da Kulusevski, Bonucci e Cristiano Ronaldo

La Juventus supera la prova Sampdoria all’esordio stagionale in Serie A. Sorride alla prima assoluta in panchina Andrea Pirlo: prova convincente dei campioni d’Italia, che rifilano un tris senza appello alla formazione allenata da Ranieri. Lo scatenato Kulusevski (migliore in campo) apre le danze con un sinistro chirurgico all’angolino, mentre Cristiano Ronaldo manca più volte il raddoppio nel primo tempo. Nel finale di gara la ‘Vecchia Signora’ certifica successo e tre punti con le reti di Bonucci e CR7. McKennie subito a suo agio nella mediana juventina, Ramsey sfrutta l’occasione e serve l’assist del 3-0 a Ronaldo. Prova da incubo per Tonelli nelle fila blucerchiate, l’ingresso in campo di Quagliarella non basta per svegliare la Samp. Audero evita un passivo ben peggiore agli ospiti.

Le pagelle di Juventus-Sampdoria: McKennie e Ramsey sugli scudi

Weston McKennie (Getty Images)

JUVENTUS

Szczesny 6 – Praticamente inoperoso per 80 minuti. Riflessi pronti su Yoshida.

Danilo 6 – Fa buona guardia. Più difensore che terzino.

Bonucci 7 – Lascia poco alle punte blucerchiate. Il vero regista della squadra: un paio di lanci strappano gli applausi dei mille presenti sugli spalti. Al posto giusto al momento giusto per la firma sul raddoppio che mette in ghiaccio la gara.

Chiellini 6,5 – Prestazione di sostanza del capitano, non bada tanto per il sottile. Dà sicurezza a tutto il reparto (82′ Demiral sv).

Cuadrado 5,5 – Meno compiti difensivi nel nuovo assetto studiato da Pirlo. Stasera però è meno frizzante rispetto al solito, difetta anche nei cross (78′ Bentancur sv.).

McKennie 7 – Motorino instancabile, subito a suo agio al debutto nella mediana bianconera. Ricuce e riparte: esordio confortante del baby statunitense all’Allianz Stadium.

Rabiot 5,5 – Un po’ imballato, gli manca lucidità soprattutto nella prima parte. Qualche sbavatura di troppo, atleticamente non ancora al top.

Frabotta 6,5 – A sorpresa titolare, gioca con personalità a sinistra. Ad inizio ripresa impegna Audero (67′ De Sciglio 6 – Sfiora il bersaglio grosso appena entrato).

Ramsey 7 – Alle volte impreciso, ma è determinante nel confondere le idee alla Samp con i suoi tagli da sinistra. Serve due assist al bacio che Ronaldo non sfrutta a dovere, il terzo è quello buono per far esultare il portoghese. Sfrutta l’occasione.

Kulusevski 8 – Devastante con le sue accelerazioni. Bagna l’esordio con un sinistro chirurgico che apre la strada per i primi tre punti del nuovo corso bianconero. Si trova a meraviglia con CR7: subito assoluto protagonista, esce tra gli applausi (82′ Douglas Costa sv).

Cristiano Ronaldo 7 – Si danna l’anima, ma stranamente è impreciso dentro l’area avversaria. Kulusevski gli apre spazi invitanti, sfortunato quando colpisce la traversa a colpo sicuro. Nel finale trova la gioia personale firmando con un secco rasoterra la rete del 3-0.

All. Pirlo 7 – Prova convincente, esordio positivo sulla panchina dei campioni d’Italia. Il 4-4-2 ibrido funziona: la Juve fa gioco e crea occasioni a raffica. Musica da ‘Maestro’ per i mille presenti questa sera allo Stadium.

SAMPDORIA

Audero 6,5 – Sorpreso da Kulusevski che lo prende in controtempo. Si oppone alla grande a Ronaldo evitando il raddoppio nella prima frazione, si fa trovare pronto anche su McKennie dopo il 2-0 di Bonucci.

Bereszynski 5 – Non si alza mai, bada a contenere. Ramsey gli scappa un paio di volte, legge male diversi movimenti difensivi.

Colley 5,5 – Non è un muro, ma si fa valere nei duelli fisici. Anche lui soffre i guizzi degli avanti bianconeri.

Tonelli 4,5 – Balla sulle scorribande di Ronaldo e Kulusevski. Anello debole della retroguardia di Ranieri: la sua gara dura solo un tempo (46′ Yoshida 5,5 – Fatica a trovare le misure, va vicino al gol).

Augello 5 – Incerto sulla sinistra. Lascia dei buchi succulenti per gli avversari.

Depaoli 5,5 – Spinge quando ne ha la possibilità, ma è troppo timido. Sciupa un buon contropiede calciando malamente a lato prima dell’intervallo (46′ Ramirez 5,5 – Lampo ad inizio ripresa e nulla più per l’argentino).

Ekdal 6 – Buone geometrie, cerca di mettere ordine. Una delle poche note positive per Ranieri.

Thorsby 5,5 – L’impegno non manca, anche se in fase di palleggio alle volte è impreciso (70′ Damsgaard 5,5  – Poco tempo per mettersi in mostra).

Jankto 5,5 – Gioca a sprazzi, non riesce a trovare la posizione giusta dietro a Bonazzoli nel primo tempo. Più mobile nella ripresa.

Leris 5 – Non ci sono tracce nei primi 45 minuti. Ranieri lo lascia negli spogliatoi ad inizio ripresa (46′ Quagliarella 6 – Dà vivacità, gli amici Chiellini e Bonucci gli prestano massima attenzione. Ad un passo dal 2-1).

Bonazzoli 5,5 – Troppo solo nel primo tempo per far male. Si sacrifica per la squadra, senza però pungere (70′ Verre 5,5 – Pochi spunti degni di nota).

All. Ranieri 5 – La Sampdoria fa il solletico alla Juventus, formazione troppo difensiva all’inizio. I cambi massicci nella ripresa non bastano a cambiare il volto di un film già scritto.

Arbitro: Piccinini 6,5 – Direzione senza troppe difficoltà. Serata tranquilla e sempre in controllo.

TABELLINO

Juventus-Sampdoria 3-0
13′ Kulusevski; 78′ Bonucci; 88′ Cristiano Ronaldo

Juventus (3-4-2-1): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini (82′ Demiral); Cuadrado (78′ Bentancur), McKennie, Rabiot, Frabotta (67′ De Sciglio); Ramsey, Kulusevski (82′ Douglas Costa); Cristiano Ronaldo. A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Rugani, Arthur, Portanova, Nicolussi Caviglia, Vrioni. Allenatore: Andrea Pirlo

Sampdoria (4-5-1): Audero; Bereszynski, Colley, Tonelli (46′ Yoshida), Augello; Depaoli (46′ Ramirez), Ekdal, Thorsby (70′ Damsgaard), Jankto, Leris (46′ Quagliarella); Bonazzoli (70′ Verre). A disposizione: Ravaglia, Avogadri, Chabot, Regini, Ferrari, Vieira, La Gumina. Allenatore: Claudio Ranieri

Arbitro: Piccinini (sez. Forlì)
VAR: Calvarese
Ammoniti: Tonelli (S), Frabotta (J)
Espulsi:
Note: recupero 0′ e 1′; 1000 spettatori presenti sugli spalti