Calciomercato Inter, dalla Spagna: Eriksen sbotta. Va via ‘gratis’!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:40
Calciomercato Inter Eriksen Real reguilon
Lukaku ed Eriksen (Getty Images)

Non solo Juventus: anche l’Inter è alle prese con il calciomercato, nonostante un’Europa League ancora da concludere. L’ultimo scenario clamoroso è per Eriksen

Le scelte di Antonio Conte nella formazione iniziale che in queste ultime settimane ha portato i nerazzurri al secondo posto e, almeno, in semifinale di Europa League hanno fatto storcere il naso a qualche protagonista. Come Milan Skriniar, per cui si fa sempre più concreta l’ipotesi addio, e Christian Eriksen. Il danese è ormai una riserva fissa, per quanto sia riuscito anche a mettere una firma importante sul passaggio del turno.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, nome nuovo a sinistra | Sfida alla Premier

LEGGI ANCHE >>> VIDEO CM.IT | Calciomercato Inter, Skriniar più lontano: le ultime sul sostituto

eriksen conte
Eriksen e Conte © Getty Images

Calciomercato Inter, Eriksen ‘insultato’ da Conte: il Real Madrid lo vuole in prestito

Come scrive ‘Don Balon’, però, la panchina contro il Bayer Leverkusen non è proprio andata giù all’ex Tottenham, arrivato a zero all’Inter, che ora vorrebbe andare assolutamente via da Milano e non tornare da Conte. Secondo il portale spagnolo, essere la riserva di Gagliardini, per Eriksen sarebbe stato un vero e proprio smacco, quasi un insulto. In questa situazione si inserisce uno scenario di calciomercato clamoros, con il Real Madrid che tornerebbe all’attacco per lui. Il danese vuole i Blancos e Zidane, che però non sono intenzionati a fare un’offerta per l’acquisto a titolo definitivo.

Tutte le news di calciomercato e non solo: CLICCA QUI!

Tuttavia, si cerca una soluzione che possa essere vantaggiosa per entrambi i club: per ‘Don Balon’, questa potrebbe essere un prestito secco biennale. In questo modo l’Inter risparmierebbe un ingaggio pesante e il Real Madrid avrebbe un giocatore importante che potrebbe raccogliere l’eredità di Modric nel 2022, inserendo magari anche qualche opzione per il riscatto. E Conte potrebbe valorizzare senza grandi patemi e pressioni Sandro Tonali.