Milan, Rebic: “C’è bisogno di Ibra. Jovic? E’ forte, non ha ancora firmato”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:57

Ante Rebic – in una lunga intervista a SportWeek – ha parlato del suo futuro ma anche dell’importanza di Zlatan Ibrahimovic in questo Milan. 

Ante Rebic si è preso il Milan dopo una prima parte di stagione davvero complicata. L’attaccante croato ha le idee chiare e non ha alcuna intenzione di lasciare il Diavolo. L’ex Eintracht Francoforte ha parlato anche di Zlatan Ibrahimovic e Luka Jovic, prima scelta per l’attacco del Milan, come raccontato in questi giorni da Calciomercato.it.

IBRA – “C’è bisogno di lui, è un leader. Prima della Juve ci diceva ‘Farò vedere agli juventini come si gioca al calcio’. Era il suo modo per caricarci. Anche Begovic, Kjaer… sono giocatori maturi che sanno come calmarti o spronarti. Ibra ha portato tanto a tutti. Però, quando lui dice qualcosa, molti stanno zitti. Se invece io non la penso come lui, glielo dico”.

Per restare aggiornato con tutte le news legate al mondo del calcio CLICCA QUI

JOVIC – “Non ha ancora firmato – prosegue Rebic – Ma non è per caso se è andato al Real Madrid. Le cose non gli sono andate bene perché ha avuto troppi infortuni, non so poi cosa sia successo nella sua testa e adesso lì hanno un’immagine di lui che non è quella reale. Jovic deve concentrarsi solo sul calcio, perché è forte davvero”.

FUTURO – “Se resterei? L’ho già detto: sì!”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Milan-Bologna, i convocati di Pioli: torna Paqueta

Calciomercato Milan, Donnarumma a un passo dal rinnovo