PAGELLE E TABELLINO INTER-TORINO: Sanchez illumina, Izzo disastroso

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:37

Pagelle e tabellino di Inter-Torino, match della 32° giornata del campionato di Serie A. Rimonta nerazzurra nella ripresa: Conte torna a sorridere

L’Inter torna a sorride e ritrova una vittoria fondamentale dopo gli ultimi scivoloni. I nerazzurri vanno sotto nel primo tempo dopo la papera di Handanovic, che favorisce il vantaggio granata firmato da Belotti. Conte suona la carica nell’intervallo e l’Inter si sveglia: uno-due micidiale di Young e Godin, prima del tris firmato da Lautaro Martinez. Sanchez illumina la scena, Belotti (che colpisce anche una traversa) non basta a Longo. Disastroso Izzo, passo indietro per Verdi. Conte riemerge ma è pesante la bocciatura per Eriksen, al quale il tecnico salentino concede appena 6 minuti.

Le pagelle di Inter-Torino: Belotti non basta al ‘Toro’

Torino (Getty Images)

INTER

Handanovic 4 – Papera grossolana, che spiana la strada a Belotti. Non dà sicurezza per una volta: serata da dimenticare, almeno per lui.

Godin 6,5 – Balbetta nel primo tempo. Riemerge dopo l’intervallo facendosi trovare al posto giusto sulla bella combinazione Young-Sanchez. Prima gioia personale con la maglia dell’Inter (76′ Skriniar 6 – Il ‘Toro’ crea pochi pericoli nel finale).

de Vrij 6 – Belotti è un cliente scomodo, tante incertezze soprattutto nella prima frazione. Sale di tono con l’andare del match.

Bastoni 6 – Cresce nella ripresa dopo un primo tempo in sofferenza. Non è nel suo miglior momento.

D’Ambrosio 6 – Partita di quantità sulla destra. Fa buona guardia (71′ Candreva 5 – Spreca l’ottimo assist di Sanchez).

Brozovic 6,5 – Non brilla nella prima parte, più continuo nel secondo tempo dove trova le misure in mezzo al campo. Millimetrico il lancio per la testa di Lautaro nell’1-1 di Young.

Gagliardini 6 – All’inizio soffre la fisicità di Meite. Guadagna campo e fiducia quando l’Inter si sblocca. Sirigu gli strozza in gola la gioia del gol.

Young 7 – Uno dei più attivi nella fila nerazzurre nel primo tempo. Decisivo al ritorno in campo dopo l’intervallo: con un bel destro buca Sirigu, prima di innescare il raddoppio di Godin (71′ Biraghi 6 – In controllo sulla sinistra).

Borja Valero 6,5 – Buone trame, anche se non riesce a trovare la giocata vincente sulla trequarti. Il suo lavoro tra le linee risulta comunque prezioso.

Sanchez 7,5 – E’ lui ad accendere l’Inter anche nei momenti di difficoltà. Svaria e salta regolarmente l’uomo, recapita sulla testa di Godin il pallone del raddoppio. Entra anche nel tris di Lautaro. Poco dopo regala un altro cioccolatino a Candreva. Gli manca solo il gol.

Lautaro Martinez 6,5 – Polveri bagnate nel primo tempo, dove sbaglia una ghiotta chance. Si sveglia nel secondo tempo: serve a Young l’assist del pareggio, poi con la complicità di Bremer ritrova la via della rete. Era a secco da cinque giornate (84′ Eriksen sv).

All: Conte 7 – Trema nel primo tempo, poi dà la scossa nell’intervallo. E’ un’altra Inter al ritorno in campo, in 15′ mata il ‘Toro’ ritrovando una vittoria importante per la classifica e il morale. Pesante la bocciatura per Eriksen, nuovamente fuori per scelta tecnica. 

TORINO

Sirigu 6 – Attento su Lautaro nel primo tempo. Si supera due volte nel finale, evitando il poker. Non ha responsabilità sui gol.

Izzo 4 – Leggerezza che può costare cara nel primo tempo. Si perde Lautaro nel pareggio di Young e tiene in gioco Sanchez sul 2-1. Perde un pallone sanguinoso sul cileno, che avvia il 3-1 di Lautaro. Un disastro.

N’Koulou 5,5 – Difficile superarlo nei duelli aerei. Qualche disattenzione quando l’Inter accelera.

Bremer 5 – Soffre Sanchez quando il cileno agisce dalle sue parti. Deviazione decisiva sul destro vincente di Lautaro.

De Silvestri 5 – Perde il duello con Young, troppo passivo in marcatura sull’ex United. Poco presente in proiezione offensiva (64′ Singo 5,5 – Può fare poco con un Torino in difficoltà fisica).

Meite 5,5 – Forza e muscoli, ma se la cava bene anche in costruzione. Crolla al rientro dopo l’intervallo (64′ Lukic 5,5 – Non riesce a dare il contributo sperato).

Rincon 6 – Macina chilometri, combatte su ogni pallone. Sostanza al servizio della squadra.

Ansaldi 6 – Galleggia tra centrocampo e trequarti, senza dare punti di riferimento. S’inserisce con i tempi giusti e sfrutta il mancino per dei cross interessanti. Stanco, non si vede praticamente mai nella ripresa prima di lasciare il campo (64′ Berenguer 5,5 – Sbaglia diversi appoggi).

Ola Aina 5,5 – Alterna buone giocate ad errori banali. Cala parecchio alla distanza.

Verdi 5 – Meno brillante rispetto alle ultime uscite. Non riesce a trovare il guizzo malgrado le incertezze della difesa interista (76′ Millico 6 – Uno dei pochi a provarci fino al termine. Pericoloso dalle parti di Handanovic).

Belotti 7 – Deve soltanto spingere in rete il regalo che gli recapita Handanovic. Sfiora la doppietta, colpendo la traversa di testa a metà ripresa. Si sbatte tra le maglie nerazzurre, utilissimo nel lavoro di sponda per i compagni. Sesto centro consecutivo in campionato: il suo lo fa sempre.

All: Longo 5 – Il Torino tiene botta e sfrutta la papera di Handanovic per chiudere avanti la prima frazione. Nella ripresa è un’altra storia e i granata escono troppo presto dalla partita dopo il micidiale uno-due nerazzurro. ‘Toro’ sulle gambe fisicamente nella parte finale.

Arbitro: Massa 6 – Tanti cartellini, forse qualcuno di troppo. Per il resto poche difficoltà nel gestire la gara.

TABELLINO

Inter-Torino 3-1 – 17′ Belotti (T); 48′ Young; 51′ Godin; 61′ Lautaro Martinez

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Godin (76′ Skriniar), de Vrij, Bastoni; D’Ambrosio (71′ Candreva), Brozovic, Gagliardini, Young (71′ Biraghi); Borja Valero; Sanchez, Lautaro Martinez (84′ Eriksen). A disposizione: Padelli, Berni, Ranocchia, Asamoah, Esposito, Pirola, Agoume. Allenatore: Antonio Conte

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, N’Koulou, Bremer; De Silvestri (64′ Singo), Meite (64′ Lukic), Rincon, Ansaldi (64′ Berenguer), Ola Aina; Verdi (76′ Millico), Belotti. A disposizione: Ujkani, Rosati, Lyanco, Greco, Edera, Ghazoini, Djidji, Adopo. Allenatore: Moreno Longo

Arbitro: Massa (sez. Imperia)

VAR: Nasca

Ammoniti: Godin (I), Ola Aina (T), Meite (T), De Silvestri (T), Brozovic (I), Sanchez (I), D’Ambrosio (I), Biraghi I)

Espulsi:

Note: 0′ e 3′ di recupero