Champions League, la decisione Uefa sui tifosi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:09

Il vicepresidente della Uefa Michele Uva parla della possibilità di aprire gli stadi ai tifosi per le fase finali di Champions ed Europa League

No ai tifosi sugli stadi per le fasi conclusive di Champions ed Europa League. E’ questo l’orientamento dell’Uefa, come spiegato dal vicepresidente Michele Uva. Niente apertura, niente spalti parzialmente pieni, a meno che le cose nelle prossime due-tre settimane non dovessero cambiare in maniera netta.

LEGGI ANCHE >>> Champions League, UFFICIALE: le date di Juve-Lione e Barcellona-Napoli

Intervenuto a ‘Kiss Kiss Napoli’, Uva ha spiegato che la direzione dell’Uefa “è finire la stagione delle coppe europee a porte chiuse perché bisogna rispettare i protocolli dei governi”. Una riapertura significherebbe – spiega – “aprire flussi di tifosi tra i vari Paese ed oggi questo non è ipotizzabile”.

Niente tifosi quindi ma la certezza di poter concludere i due tornei: “Abbiamo scelto una formula nuova e forzata, ma ci garantisce il sorriso di poter vedere calcio di altissimo livello e assegnare due coppe molto desiderate”.