Genoa-Juventus, Sarri: “Pjanic non mi preoccupa”. E ‘difende’ Ronaldo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:20
maurizio sarri
Maurizio Sarri (Getty Images)

Il tecnico bianconero Maurizio Sarri ha parlato al termine di Genoa-Juventus: il suo commento sulla partita e le prestazioni di Ronaldo e Dybala

Vittoria agevole per la Juventus contro il Genoa: 3-1 con i bianconeri che tornano a +4 dalla Lazio. Al termine della gara Maurizio Sarri ha commentato il match a ‘Sky’: “La squadra ha fatto bene, la palla viaggiava veloce, siamo arrivati spesso alla conclusione, senza concedere niente. Su una buona prestazione di squadra, sono venute fuori tre perle dei singoli. Abbiamo fatto tre gol bellissimi. Va bene, la squadra si è ripresa dopo la delusione della coppa Italia ma era solo questione di condizione fisica”.

PJANIC – “Con lui non ho parlato in questi giorni. Abbiamo parlato spesso dopo il lockdown perché ha fatto questi 20-25 giorni sotto tono e ci siamo chiesti i motivi e insieme abbiamo cercato di superare questi problemi. Era un calo di condizione mentale. Sono sicuro che farà bene lo sto vedendo molto sereno e integrato con staff e compagni: non ho nessuna preoccupazione da questo punto di vista”.

LAZIO – “Non so neanche se i ragazzi sapessero il risultato. Sicuramente lo sapevano, ma non ho sentito nessun tipo di commento, come è giusto che sia. Dobbiamo pensare alle nostre prestazioni, ai nostri risultati, facendoci condizionare il meno possibile. Il condizionamento zero è impossibile ma quanto meno è possibile”.

RABIOT – “Prestazione piuttosto positiva. Sta crescendo. Tutti si aspettano moltissimo da lui e non è semplice. Lo vedo in crescita, con una storia particolare: ha fatto sette mesi senza giocare, poi ha cambiato nazione, poi l’interruzione, la quarantena. Gli sto dando continuità perché sta crescendo”.

RONALDO – “Non hanno dato palla a Ronaldo? Avranno fatto il passaggio più logico. Ronaldo nel primo tempo ha fatto 5 tiri in porta, quindi è stato servito. Ronaldo quando decide di muovere la palla veloce è il più forte di tutti. Sostituzione? Stavo per sostituire Dybala, poi abbiamo fatto il terzo gol e ho scelto Ronaldo perché è quello con più minuti. Ne avevamo parlato e lo sapeva”.

RONALDO-DYBALA – “Si cercano di più, hanno capito che usufruendo uno dell’altro, hanno vantaggi. L’ho notato anche negli allenamenti”.