Milan-Roma, Fonseca: “Champions? Ci crediamo. Il caldo non ci preoccupa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:08
paulo fonseca roma udinese
Paulo Fonseca (Getty Images)

Alla vigilia di Milan-Roma, parla Paulo Fonseca: ecco le dichiarazioni del tecnico portoghese in vista dell’importante match dei giallorossi

Il big match domenicale di campionato è Milan-Roma. Sfida di grande fascino e molto importante sia per i rossoneri che per i giallorossi. I capitolini inseguono un posto in Champions League e devono vincere se vogliono rimanere in scia all’Atalanta, in vantaggio in classifica di sei punti. Paulo Fonseca, tecnico della Roma, parla alla vigilia della sfida. Calciomercato.it seguirà per voi le dichiarazioni salienti dell’allenatore portoghese.

KLUIVERT – “Giocherà? Vedremo. Ha avuto un piccolo affaticamento la scorsa settimana, vedremo se sarà in condizione”.

SQUADRA – “La condizione della squadra potrà essere valutata compiutamente solo al termine della stagione, abbiamo ripreso molto bene secondo me dopo il lockdown. Con la Sampdoria c’è stata una bella risposta in campo”.

DZEKO – “E’ un giocatore molto importante ma non dipendiamo da nessuno”.

ATALANTA E CHAMPIONS – “Non possiamo pensare agli altri, anche se sono molto forti. Pensiamo a vincere noi”.

ORARIO E CLIMA – “Preferirei giocare più tardi, ma fa troppo caldo sia per noi che per loro. I giocatori comunque non sono preoccupati, siamo tranquilli, sappiamo di dover fare una buona partita. Non ne ho parlato con i giocatori, le mie scelte in gara non dipenderanno strettamente da questo ma da questioni tecniche e strategiche”.

PAU LOPEZ – “Ha fatto un recupero normale, non è ancora pronto per questa gara ma dalla prossima potrebbe esserci”.

MKHITARYAN E ZAPPACOSTA – “Sono pronti entrambi, non hanno problemi”.

MILAN – “E’ più forte della squadra che abbiamo affrontato all’andata, ma sappiamo quello che dobbiamo fare”.

ROSA LUNGA – “E’ molto positivo avere quasi tutti a disposizione, posso cambiare ora partita per partita. Ma in questa situazione devo pensare non solo alla gara successiva, ma anche a quella che verrà dopo, le gare sono molto ravvicinate”.