Bologna-Juventus, Sarri: “Ci vedono come una squadra in disfacimento”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:31
La bomba di Pecile:
Maurizio Sarri @ Getty Images

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, ha commentato la vittoria esterna in casa del Bologna di Sinisa Mihajlovic: le sue parole

Intervistato ai microfoni di ‘Sky Sport’, Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, ha parlato della vittoria contro il Bologna: “Eravamo più brillanti da un punto di vista fisico, abbiam fatto 70 minuti con un buon ritmo. Oggi abbiamo pagato soltanto nel finale, rispetto alle prime due partite”.

Su Bernardeschi: “Sinceramente aveva fatto bene anche nelle ultime due partite, ha giocato 70 minuti su buonissimi livelli, sono soddisfatto perché penso anche che se lo meriti, è un ragazzo spesso sottovalutato ed iper criticato”.

Su Ronaldo: “Se bastasse lamentarsi tutte e due le squadre sarebbero nella metà campo avversaria. Io non penso neanche che per scelta la squadra si sia abbassata, ma quando finisce la benzina diventa inevitabile”.

Sulla tattica: “E’ chiaro che avere delle individualità di alto livello sia importante, ma dobbiamo porci in una duplice ambizione: poterli sfruttare il più possibile e restare una squadra anche senza di loro al massimo”.

Sullo spostamento di de Ligt: “Matthijs, oltre alla sua posizione, è cresciuto nell’abituarsi al nostro tipo di calcio. Lui veniva da un tipo di gioco leggermente diverso, ha fatto un po’ di fatica, ma se devo guardare alla sua età neanche ha faticato più di tanto. Ha avuto un’evoluzione molto veloce, diventerà un riferimento europeo”.

Sul confronto con tutta la squadra: “Si è parlato di non farsi scalfire, nel calcio e nella vita ci sono i fatti e le opinioni e i giornalisti esprimono le seconde. Sembriamo una squadra in disfacimento, quando, se guardi la classifica, puoi trovare una rosa al primo posto”.

Per le ultime notizie sul calciomercato del campionato italiano di Serie A—> clicca qui!